Stampa Stampa
23

SQUILLACE (CZ) – ELEZIONI COMUNALI – Arriva una ventata di “Aria Nuova”


Mauro durante il comizio

Mauro durante il comizio

Il candidato a sindaco della lista, Ruggero Mauro, ha aperto la campagna elettorale presentando candidati e programma elettorale. <<La novità politica siamo noi>> ha detto

 di Carmela Commodaro

 SQUILLACE (CZ) 5 MAGGIO 2014 – «Siamo riusciti a farcela e ad approntare un lista di candidati di tutto rispetto e che nulla hanno da invidiare agli altri soliti noti». Lo ha affermato Ruggero Mauro, candidato a sindaco della lista “Aria Nuova”, aprendo la campagna elettorale per il rinnovo del consiglio comunale di Squillace.

 Il comizio si è tenuto domenica scorsa nella villetta comunale di viale Cassiodoro. «Cosa ancor più importante – ha poi aggiunto – siamo riusciti a convincere persone libere da schieramenti di parte, persone che non rappresentano nessun collegamento con il passato e tantomeno nessun collegamento con amministratori di oggi e di ieri».

 Mauro ha detto di aver creato un gruppo che «può essere preso in considerazione da chi da tempo aspetta un segnale di vero cambiamento, da chi da tempo non sopporta l’umiliante situazione che sta vivendo Squillace, da chi da tempo non si sente più rappresentato, da chi è sempre stato lontano da vecchie logiche di comparaggio».

 «Quando abbiamo visto – ha sottolineato Mauro – che i nomi proposti erano quelli del nuovissimo Pasquale Muccari e dell’altrettanto nuovissimo Franco Scicchitano, ci siamo detti: e il nuovo dov’è? Allora siamo scesi in campo perché le altre due scelte (Muccari/Scicchitano) non sono altro che due facce della stessa medaglia, figli di quella politica che ha portato Squillace al degrado che tutti oggi viviamo e subiamo».

 Poi Mauro ha fatto la cronistoria politico-amministrativa dell’ultimo ventennio a Squillace, chiamando gli spettatori a riflettere su quanto accaduto.

  Infine, il candidato a sindaco Mauro ha proposto il programma della lista “Aria Nuova” che ha riassunto nel modo seguente: 1) ascolto, partecipazione e trasparenza; 2) valorizzazione e fruizione di tutti gli immobili comunali (oggi contenitori vuoti ed antieconomici) affidandoli con regolare aggiudicazione a cooperative, associazioni, operatori economici; 3) piano commerciale, istituzione del registro, per tipologia e zona, delle attività commerciali ed artigianali esistenti; regolamentazione ed indirizzo delle richieste di apertura nuova attività; regolamentazione settore ambulanti; 4) piano sviluppo turistico: tutto il territorio deve essere coinvolto in un itinerario ben definito, pianificando e valorizzando tutte le nostre specificità architettoniche, culturali, ambientali, paesaggistiche, enogastronomiche; riqualificazione e valorizzazione del lungomare e della pineta; 5) ambiente: promozione ed incentivazione di tutte le forme di energia pulita; incremento e potenziamento della raccolta differenziata con micro progetti a carattere comunale e macro progetti a carattere intercomunale; attivazione della tessera a punti; sostegno alle associazioni del settore; 6) giustizia sociale: agevolazioni a famiglie numerose ed in difficoltà; attivazione di un osservatorio sociale; politiche per la casa con il sistema degli affitti agevolati ed il controllo sulle case popolari chiuse o non assegnate; sostegno madri nubili e con figli, sostegno padri separati; bonus nuovi nati; 7) lavoro: istituzione di un’agenzia per lo sviluppo e il lavoro; istituzione di un albo comunale delle professioni e dei mestieri; istituzione di un assessorato alle politiche comunitarie ed europee con lo specifico compito di reperire ed attivare tutti i fondi possibili attinenti alla nostra comunità; 8) artigianato: riproposizione del consorzio della ceramica; rivalutazione e sfruttamento commerciale e mediatico del marchio Doc e della “Città della ceramica”; partecipazione e programmazione a fiere e mercati a carattere temporaneo e permanente, comunali, provinciali, regionali, nazionali ed internazionali; 9) cultura, sport e spettacolo: saranno incentivati in tutte le loro manifestazioni; affidamento della biblioteca comunale ad associazioni di volontariato e costituzione all’interno di un Internet point; attivazione di corsi su storia, cultura e tradizioni popolari squillacesi, corsi in lingue straniere ed informatica; riqualificazione e messa in servizio degli impianti sportivi; sostegno alle attività teatrali, musicali e di danza; 10) indebitamento: rigorosa politica di gestione delle entrate e delle uscite; metodico programma di lotta all’evasione fiscale; recupero delle somme non versate; revisione delle modalità di spesa; cessione di beni di proprietà comunale obsoleti ed antieconomici; cessione a terzi o in compartecipazione di alcuni servizi.

 

 

 

 

 

 

 

 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.