Stampa Stampa
92

SQUILLACE (CZ) – DALLE PAROLE AI FATTI, MAURO RINUNCIA ALL’INDENNITA’ DI CARICA


Ruggero Mauro, per chi non paga le tasse suggerisce "ponti d'oro"

Istanza depositata ieri. Destinatari sindaco e segretario comunale. Nei giorni scorsi il “sacrificio” lo aveva chiesto alla maggioranza

di Franco POLITO

SQUILLACE (CZ) – 12 SETTEMBRE 2015 – Dalle parole ai fatti. Nei giorni scorsi il “sacrificio economico” lo aveva chiesto alla maggioranza. Ora per non passare per colui che “predica bene e razzola male” il passo della rinuncia l’ha compiuto lui.

In un momento economico particolarmente delicato per le casse comunali, sovrastate dalla spada di Damocle del dissesto finanziario, il consigliere comunale di minoranza Ruggero Mauro  (Aria Nuova) ha deciso di “dare l’esempio” dicendo “no” ad ogni tipo di indennità di carica derivante dall’esercizio del mandato di consigliere. Nella mattinata di ieri ha depositato tanto di richiesta indirizzandola a sindaco e segretario comunale.

Una rinuncia che sa tanto di segnale forte. Per cittadini e amministratori. A quelli di maggioranza aveva scritto chiedendo un gesto  «eclatante che dia senso al dissesto da loro stessi voluto». Mauro aveva tirato in ballo il concetto di uguaglianza ritenendo l’indennità, in questo travagliato momento storico per la comunità squillacese, un “ingiustificato privilegio”. «I sacrifici  – aveva sottolineato Mauro – devono essere equamente suddivisi e sopportati da tutti, amministratori compresi».  

Lui compreso, tanto per essere precisi, che dalle parole è passato ai fatti. Un esempio di coerenza, lasciatecelo dire.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.