Stampa Stampa
65

SQUILLACE (CZ) – AVIS RICORDA DONATORI CHE NON CI SONO PIU’


Celebrazione eucaristica in loro memoria nella basilica cattedrale

Articolo e foto di Salvatore TAVERNITI (Gazzetta del Sud)

SQUILLACE (CZ) – 20 SETTEMBRE 2017 –  Un momento di chiari ricordi e profonda commozione.

Sono stati ricordati a Squillace, domenica scorsa, con una celebrazione eucaristica nella basilica cattedrale, i donatori di sangue Avis defunti. L’iniziativa è stata della sede Avis di Squillace, presieduta da Barbara Cristofaro, con la partecipazione di delegazioni Avis di diversi Comuni del Basso Jonio, presenti con i loro labari.

Oltre ai presidenti e membri dei direttivi delle varie sezioni, erano presenti il presidente regionale Rocco Chiriano e il vicepresidente provinciale Pino Manoiero. Quest’ultimo, all’inizio del rito, ha spiegato l’importanza di ricordare «i nostri cari amici donatori defunti, che hanno contribuito a salvare vite umane, che hanno fatto parte di questa grande famiglia. Essi hanno creduto e voluto intraprendere un percorso di solidarietà nei confronti di coloro che hanno meno fortuna nella vita».

«Li vogliamo ricordare – ha ribadito – affinché il loro impegno, il loro lavoro, la loro dedizione, i loro gesti non siano stati inutili. Persone speciali, che ricordiamo perché noi siamo ciò che portiamo dentro e siamo ciò che doniamo agli altri».

Il sindaco di Squillace Pasquale Muccari ha poi acceso il cero votivo e letto la preghiera del donatore composta da Giovanni XXIII. Il parroco mons. Giuseppe Megna, nell’omelia, ha ricordato come l’azione dell’Avis sia perfettamente aderente agli insegnamenti del Vangelo.

«Voi fate – ha precisato – missione di carità per il prossimo. Sempre disponibili nella donazione del sangue, la vostra missione si realizza attraverso l’impegno per il bene degli altri».

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.