Stampa Stampa
68

SQUILLACE (CZ) – Alla scoperta del borgo (e dintorni) con “Tour Squillace”


tour 2

tour 3

tour 1

L’iniziativa si è svolta nel periodo estivo ed è stata realizzata e curata della cooperativa “Intraprendenza” offrendo ai turisti delle concrete opportunità di svago, nonché di arricchimento storico, artistico, culturale e gastronomico.

 di f.p.     

 SQUILLACE (CZ) – 17 OTTOBRE 2014 – Alla scoperta del territorio e non solo. Per la stagione estiva 2014, la Cooperativa “Intraprendenza”, con il patrocinio nominale dell’amministrazione comunale di Squillace, si è impegnata a promuovere il bellissimo borgo medioevale stipulando dei patti d’intesa pluriennali con i maggiori villaggi presenti nell’hinterland.

 Nello specifico, i tre soci, Francesco Manoiero (amministratore della società), Mario Caso e Giuseppe Gagliardi, oltretutto giovani del luogo, hanno pubblicizzato con continuità e professionalità un dinamico e coinvolgente pacchetto turistico –  denominato Tour Squillace – in grado di offrire ai turisti delle concrete opportunità di svago, nonché di arricchimento storico, artistico, culturale e gastronomico.

 L’offerta ha previsto un vero e proprio tour con il servizio navetta, la visita guidata del centro storico con l’entrata ai principali monumenti, l’ingresso nelle botteghe artigiane con la possibilità di assistere ad una dimostrazione dei maestri ceramisti e di acquistare le ceramiche Doc usufruendo di vantaggiosi sconti ed infine una degustazione di prodotti tipici locali, molti dei quali acquistati a km 0.

 «Il Tour Squillace” – dicono i tre soci –  è un’iniziativa della Cooperativa Intraprendenza, pubblicizzata e attuata mediante l’uso esclusivo delle nostre risorse. Siamo riusciti a garantire un cospicuo flusso turistico e ci piacerebbe poter continuare ai aiutare questo nostro territorio per avviare, con l’amore nel cuore, periodiche attività capaci di unire le bellezze di Squillace alla sua storia, alla sua cultura, alle sue arti e alle sue tipiche prelibatezze gastronomiche». 

 «In soli tre  mesi – aggiungono – abbiamo portato oltre 500 persone provenienti da ogni parte d’Italia, ma anche diversi turisti tedeschi ai quali abbiamo garantito il servizio guida in madrelingua. Il nostro operato, inoltre, secondo il parere degli artigiani e delle botteghe alimentari coinvolte, ha costituito un valido esempio di come sia possibile far girare l’economia locale, ma soprattutto di come, in modo sinergico, ci si possa proiettare con più speranza al prossimo anno. L’intento, infatti, sarà quello di coinvolgere il più possibile anche altri operatori economici che per ragioni di natura organizzativa o logistica, purtroppo, non hanno potuto partecipare».

 A quanto pare, finalmente, l’impegno e la determinazione hanno garantito la costruzione di una solida base su cui nel prossimo futuro, con la giusta sensibilità delle istituzioni e nella convinzione che occorre sempre migliorarsi, sarà possibile promuovere e gestire nel modo più efficiente un servizio che rappresenterà un’ulteriore attrattiva di primo piano in un contesto turistico di rilievo e sulla stessa coordinata assiale di altre realtà territoriali estremamente virtuose.

 

 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.