- PreSerre e Dintorni - http://www.preserreedintorni.it -

SQUILLACE ALLARGA L’OFFERA TURISTICA, ECCO LA VIDEOGUIDA IN LINGUA DEI SEGNI

Consentirà  ai sordi la visita e l’approfondimento della storia sul borgo e sul castello

di Salvatore TAVERNITI (Gazzetta del Sud)

SQUILLACE (CZ) –  24  GIUGNO 2020 –  È stata presentata domenica 21 giugno la videoguida in lingua dei segni italiana sul borgo di Squillace e sul suo castello normanno-svevo.

L’evento si è svolto nella sala consiliare del municipio, grazie all’iniziativa del Rotary Club.

Si tratta un’app che è stata sviluppata da Rosanna Pesce, della “Digi.Art”, per consentire ai sordi la visita e l’approfondimento della storia sul borgo e sul castello di Squillace.

Il sindaco Pasquale Muccari, nel suo saluto, ha rilevato che l’iniziativa avviene in un momento importante con l’avvio della fase di ripartenza post-Covid.

«Il nostro territorio – ha aggiunto – in cui vi sono strutture ricettive con oltre mille posti letto attende l’arrivo di turisti e visitatori. Squillace ha investito molto negli ultimi venti anni sui beni culturali, con oltre 12 milioni di euro per recupero, consolidamento e restauro del patrimonio artistico e monumentale. Grazie a questa app, grazie alla tecnologia, la cultura non ha ostacoli».

Come ha poi spiegato il presidente del Rotary Club Soverato Domenico Scopelliti, la videoguida è stata donata al Comune di Squillace, per ampliare l’offerta turistica.

«Grazie al concorso del Rotary di Catanzaro e del Distretto 2100 – ha sottolineato Scopelliti – offriamo questa opportunità ai sordi di scoprire e approfondire la conoscenza dei luoghi. Un piccolo tassello di una più lunga collaborazione».

 È un progetto, come ha riferito Giuseppe Mazzei, presidente del Rotary Club Catanzaro, che può essere replicato in altri territori della Calabria. «Come Rotary siamo impegnati da anni nell’abbattimento delle barriere architettoniche – ha detto Mazzei – ed anzi invitiamo le amministrazioni comunali e la politica a impegnarsi di più su questo fronte».

 Dopo gli interventi del presidente regionale ENS (ente nazionale sordi) Calabria, Antonio Mirijello, di quello provinciale Serafino Mazza, e dell’assessore comunale al turismo Franco Caccia, sull’applicazione e sulla “videoguidaLIS” si sono soffermati l’ideatrice Rosanna Pesce e il tecnico Giuseppe Musicò, i quali hanno illustrato nel dettaglio il progetto a cui ha collaborato l’archeologa Chiara Raimondo che ha scavato e studiato il sito archeologico del castello.

Con la videoguida vi sono più di 60 video tradotti in lingua dei segni italiana ed interessante è la galleria fotografica presente, con le immagini panoramiche del castello e del centro storico e con tutti i dettagli dei reperti (gioielli e corredi) rinvenuti nella necropoli durante gli scavi.

 L’assistente del governatore del Rotary Distretto 2100, Giovanni Petracca, ha concluso l’incontro, evidenziando l’impegno del club al servizio di chi ha bisogno.