Stampa Stampa
30

SQUILLACE, A SCUOLA LE TECNICHE DI PRIMO SOCCORSO


Iniziativa per diffondere tra i piccoli studenti le semplici manovre  e l’uso del defibrillatore che possono fare la differenza tra la vita e la morte

Articolo e foto di Gianni ROMANO

SQUILLACE (CZ) – 14 MAGGIO 2018 –  Presso l’Istituto Comprensivo Statale di Squillace si è svolto,un’incontro formativo, organizzato dal Lions Club Soverato-Vjs in collaborazione con  Montepaone Soccorso di Giuseppe Cuomo,  dal titolo “Primo Soccorso e uso dei defibrillatori, un patrimonio culturale della società”, incentrato sulla diffusione della cultura di primo soccorso e della rianimazione cardiopolmonare, ovvero di tutte quelle semplici manovre che possono essere  imparate da tutti e fare davvero la differenza tra la vita e la morte

 L’incontro  che rientra nei progetti Lions di interesse nazionale –SOCCORSO SANITARIO LIONS –   ha  mirato  a sensibilizzare ed informaresul tema del primo soccorso e sulle procedure di  salvaguardia della vita in condizioni di emergenza e urgenza da parte di personale non sanitario, in attesa dell’arrivo dei soccorsi più avanzati”.

Con la Legge       13 luglio 2015, n. 107, comunemente chiamata “La buona scuola”, il Primo soccorso è entrato nella scuola come materia formativa.   “La scuola è il luogo in cui i bambini passano la maggior parte della giornata lontano dai genitori, in mezzo ai loro coetanei, agli insegnanti e al personale scolastico, apprendono ciò che sarà importante per la loro vita adulta e sociale.

La scuola, oltre a dover essere un luogo sicuro dove un emergenza viene affrontata con efficienza, è anche la sede per imparare il proprio possibile ruolo nel gestirla. Spesso il non sapere che poche manovre adatte anche a chi non fa una professione sanitaria possono aiutare a salvare una vita, produce paura e resistenza all’intervenire.

Questo comprensibile timore si paga però in termini di vite che si potrebbero salvare con interventi tempestivi. Gli studenti di oggi sono coloro che già domani potrebbero trovarsi a essere testimoni e protagonisti di un tentativo di salvare una vita”. Conoscere il primo soccorso è importante in tutti gli ambiti della nostra vita e sicuramente uno dei luoghi più importanti è nel mondo della scuola.​

All’incontro , presieduto dal Dott. Francesco Pugliano,  Presidente del Lions Club Soverato-Vjs,hanno   partecipato   Grazia   Parentela,   Dirigente   Scolastico  dell’Istituto   Comprensivo   Statale  di Squillace, Tommasso Cristofaro, Dirigente Scolastico dell’Istituto Istruzione Superiore (I.I.S.) “E. Majorana” di  Girifalco,  il  Dott. Giovanni Paola, Dirigente  Responsabile  dell’U.O. di  Medicina d’Urgenza e Pronto Soccorso dell’Ospedale di Soveria Mannelli, il Dott. Giuseppe Antonio Pipicelli,Medico presso il  Pronto Soccorso dell’Ospedale di Soverato che ha mostrato praticamente sul manichino le manovre di primo soccorso per la rianimazione di persone colpite da arresto cardio- circolatorio.   

Ha concluso i lavori, il Presidente della Zona 22° – Distretto 108 YA – Maria Teresa Camastra. Erano presenti  circa 200 studenti, professori e molti soci del club. In Europa ogni anno 400.000 persone (60.000 in Italia) muoiono di arresto cardio-circolatorio extra ospedaliero:   si   può   affermare   che   ogni   minuto   passato   senza   eseguire   alcuna   manovra   di rianimazione, corrisponde al 10% in meno di possibilità della vittima di sopravvivere e, in caso di sopravvivenza, di non avere nessun danno neurologico irreversibile.

Anche l’ostruzione da corpo estraneo rappresenta una seconda causa accidentale di pericolo, potenzialmente   mortale,   risolvibile   facilmente   con   l’apprendimento   di   una   semplice   manovra salvavita da effettuare con le sole mani (manovra di Heimlich).

Si stima che ogni hanno circa 20 bambini in Italia muoiano per ostruzione da corpo estraneo.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.