Stampa Stampa
110

SPECIALE ELEZIONI COMUNALI – OLIVADI (CZ) – RENATO PUNTIERI E LE OPPORTUNITA’ EUROPEE


Puntieri

Sindaco uscente e capolista di “Olivadi nel Cuore”, si affida ai finanziamenti offerti dal Psr

 di Franco POLITO

 OLIVADI (CZ) –  3 GIUGNO 2017 – «Nonostante la crisi economico – finanziaria, vogliamo continuare nell’azione amministrativa iniziata nel 2012,  completare la progettualità in itinere e cogliere tutte le opportunità di finanziamenti dati dal Psr e dal Piano per le Aree Interne».

 Renato Puntieri, sindaco uscente, per confermarsi primo cittadino alle elezioni comunali del prossimo 11 giugno, si “affida” ad un programma elettorale che, tra le altre cose, guarda all’Europa e tutto quello che ne deriva. Puntieri è capolista di “Olivadi nel Cuore”, compagine composta dai candidati a consigliere comunale Giuseppe Catanzariti, Ottavio Catanzariti, Fedele Marco Colabraro, Daniele Tommaso Mellace, Roberto Murgida, Jonathan Paonetti e Rocco Sabatino.

 «Perchè Olivadi  – aggiunge  –  è nel cuore di tutti noi. Ecco perché abbiamo individuato tre settori su cui concentrare l’attenzione e gli sforzi per l’auspicato sviluppo della nostra comunità e per la riaffermazione di questa amministrazione: Politiche Economiche e Attivita’ Produttive, Politiche Sociali e Giovanili e Politiche Culturali e Turistiche. I punti previsti in ciascuno di essi sono passibili di completamento , mancando sicuramente di altri che potranno andare ad integrare il Programma e di alcuni che già hanno avuto parziale attuazione con l’Amministrazione 2012-2017. Inoltre, risulterà inevitabile che alcuni aspetti rientreranno in più d’un settore d’intervento».

 “Olivadi nel Cuore” è sicura che si tratta «comunque di momenti innovativi per il nostro paese, andando sicuramente ad integrarsi con quanto emergerà nel corso del quinquennio di reggenza della res pubblica olivadese non risultando in competizione o in contrasto con qualunque altra proposta che verrà o che è già in atto nel nostro paese. E’ fin troppo scontato che ogni iniziativa o proposta che potrà essere messa in atto in Olivadi avrà una ricaduta socio-economica diretta nei confronti del nostro paese e mira non solo a consolidare le presenze economico-produttive già operanti in esso, ma anche a favorire una rivitalizzazione sociale per i pochi residenti, i quali beneficeranno (direttamente o indirettamente) delle iniziative di volta in volta attuate».

 Puntieri va oltre l’orticello olivadese. «Oggi  – afferma –  gli eventi del mondo impongono nuove sfide umane, sociali, ma anche economiche: il riferimento è – senza tergiversazioni di circostanza – quello della presenza dei migranti, da vivere in maniera propositiva sia per l’arricchimento umano che comporta sia per il risvolto economico che tale situazione crea per Olivadi, considerando i flussi finanziari che tale ospitalità prevede. La lista “Olivadi nel cuore” è pronta a raccogliere tale sfida e spera in caso di affermazione elettorale nel senso civico e di responsabile collaborazione da parte della cittadinanza tutta. Olivadi deve tornare ad essere quel punto di riferimento culturale e di civiltà che ha sempre avuto nel comprensorio ed ogni sforzo dell’Amministrazione dovrà tener conto di questo importante aspetto della vita sociale presente e in prospettiva».

 Entrando nel dettaglio del programma elettorale, in materia di “Politiche economiche e delle attività produttive”, “Olivadi nel Cuore”, ad esempio, propone «nonostante la crisi, sui tributi comunali con riduzioni ed agevolazioni legate a situazioni particolari, sostegno ai progetti per le centrali a biomassa e delle energie alternative e creazione di società/cooperative pubblico/privato (privilegiando i giovani) per la produzione e commercializzazione di prodotti del sottobosco, spontanei (funghi, fragoline di bosco) e coltivate (ribes, mirtillo, lampone, ecc.), oltre che la gestione del laghetto “Zimbe” e attività annesse (pesca sportiva, gite con barca, nolo bici, ecc.)».

 Capitolo “Politiche sociali e giovanili”, Puntieri  punta alla continuazione degli interventi in favore di anziani, malati, persone sole e indigenti, alla formazione di un Fondo di Solidarietà Comunale per fronteggiare situazioni di indigenza conclamata e ad incentivare l’aggregazione giovanile nei locali dell’ex asilo e della ex chiesetta dell’Addolorata».  

 Infine le “Politiche culturali e turistiche” per le quali è prevista «l’Attivazione del Centro Bibliotecario e Multimediale – conclude Puntieri –   collaborazione con Istituti, Enti e Biblioteche nazionali, creazione delle giornate “Olivadi e la sua Storia”, creazione di una nuova “Voce” all’interno del sito web del Comune, dedicata al turismo ed a ciò che il Comune ed i suoi abitanti possono offrire, creazione di una cartellonistica con finalità di informazioni turistiche e descrizioni dei siti del paese che abbiano una rilevanza storica, creazione di percorsi turistici naturalistici lungo i torrenti e nelle aree montane, creazione di società o sinergie pubblico/privato per l’offerta turistica non solo estiva e realizzazione del Camping Park, in località “Paraspiti”».

 

 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.