Stampa Stampa
39

SPARATORIA “PISCOPIO”, MORTO UNO DEI GIOVANI VITTIME AGGUATO


Fatali i colpi alla mandibola e a due vertebre

di REDAZIONE 

PRESERRE (CZ) –  30 SETTEMBRE 2019 –  Salvatore Battaglia, 21 anni, di Piscopio, frazione di Vibo Valentia, che era rimasto ferito nel corso della notte fra venerdì e sabato a colpi di pistola, in via Regina Margherita a Piscopio è morto nell’ospedale “Pugliese” di Catanzaro. 

Fatali i colpi alla mandibola e a due vertebre.

E’ ancora ricoverato nel reparto di Ortopedia dell’ospedale di Catanzaro Giovanni Zuliani, 23 anni, pure di Piscopio, che si trovava insieme a Salvatore Battaglia, quest’ultimo primo cugino di Rosario Battaglia, 35 anni, ritenuto a capo del clan dei Piscopisani e attualmente detenuto in quanto condannato in primo grado all’ergastolo e da ultimo arrestato di nuovo ad aprile per associazione mafiosa.

Sulla sparatoria, avvenuta nel corso della festa del santo patrono del paese, indagano i carabinieri della compagnia di Vibo Valentia che non escludono al momento alcuna ipotesi alla base del fatto di sangue: da una lite all’interno dello stesso clan di Piscopio sino a un agguato preparato da soggetti appartenenti a clan diversi e giunti da fuori paese. 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.