Stampa Stampa
12

SPADOLA, GLI “ANGELI” DEL SANGUE


Festa del donatore della sezione Avis di Serra San Bruno con la mente tra risultati attuali e prospettive future

Fonte: ILVIZZARRO.IT

SPADOLA (VV) –  10 OTTOBRE 2018 – Si è svolta domenica scorsa, 7 ottobre, la Festa del Donatore 2018 promossa dalla sezione Avis comunale di Serra San Bruno guidata dal presidente Franco Casini.

Anche quest’anno numerosi i partecipanti per un evento ormai consolidato e che per l’occasione si è svolto a Spadola, nel ristorante La Fontanella.

Oltre ai molti attivisti e iscritti all’Associazione Volontari Italiani Sangue comunale di Serra San Bruno, che comprende però molti donatori di tutto il comprensorio delle Serre Calabre, sono stati presenti il presidente dell’Avis Regionale Calabria, Rocco Chiriano, la presidente dell’Avis Provinciale di Vibo Valentia, Caterina Forelli, e i presidenti delle diverse sezioni Avis Comunali del Vibonese.

Il sodalizio ha pensato per l’occasione di richiedere ufficialmente all’Avis Calabria, la presenza del dottore Filippo Marino, che nel corso dei lavori ha avuto modo di relazionare in maniera ampia sulle malattie sessualmente trasmissibili e su quanto sia importante donare: una scelta che permette al donatore non solo di rendersi autore di un gesto etico, di grande solidarietà verso l’altro, ma anche di monitorare costantemente la propria condizione di salute, grazie ai riscontri offerti dalle analisi a cui ci si sottopone.

Importante anche il contributo della responsabile della sezione Admo di Serra San Bruno, nonché socio Avis, Maria Rosaria Franzè, che ha informato i presenti sulle attività portate avanti nelle Serre proprio dall’Associazione Donatori di Midollo Osseo auspicando una maggiore sinergia tra le due realtà di volontariato.

Non sono mancate le istanze formulate dall’Avis di Serra San Bruno ai vertici regionali, già in precedenza invitati a farsi carico di una richiesta diretta all’Udr di Catanzaro, affinché questo accordi maggior tempo a disposizione per lo svolgimento delle donazione, in quanto, più volte, alcuni donatori proprio per mancanza di tempo e per rispettare i tempi tecnici sono stati costretti a rinunciare alla rispettiva donazione.

Il Direttivo si è comunque prefissato di raggiungere già nell’imminente futuro risultati ancora più rosei. Un obiettivo che verrà perseguito con determinazione, anche se sarà molto complicato, visto il buon livello dei risultati attualmente raggiunti e l’alto numero di persone coinvolte.

Importante, però – è emerso ancora nel dibattito – sarà riprendere l’informativa scolastica negli istituti del territorio e, di conseguenza, le donazioni studentesche.

Prima del pranzo, offerto dalla sezione Avis a tutti i presenti, si è proceduto a consegnare ai soci donatori le dovute benemerenze. 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.