Stampa Stampa
14

SOVERATO, UN GESTO SIMBOLICO A TUTELA DELL’AMBIENTE


Giornata ecologica del gruppo archeologico “Paolo Orsi”

di REDAZIONE 

SOVERATO (CZ) –  9 APRILE 2019 –  Domenica 7 aprile, alcuni soci del gruppo archeologico Paolo Orsi hanno dedicato la mattinata per pulire l’ingresso al sentiero che porta alla necropoli a grotticelle e la spiaggia in località San Nicola.

Otto sacchi di frammenti anche piccolissimi di materiale plastico, polistirolo e cicche di sigarette sparsi davanti al sito archeologico della necropoli a grotticelle, davanti all’ingresso del percorso pedonale per tale sito e davanti al lido Mediterraneo. Molto altra spazzature era stata raccolta in precedenza. 

E’ stata soltanto una “piccola goccia nel mare”, un gesto simbolico e non solo, vista la quantità e la qualità dei rifiuti dispersi in circa 200 metri di spiaggia. Ora i rifiuti sono poggiati nello slargo davanti al lido Mediterraneo e ci aspettiamo che l’amministrazione provveda a rimuoverli in tempi brevissimi.

Alla luce di quanto è stato raccattato, è necessaria una riflessione su come finisce in mare tutto ciò. E aggiungiamo che questa è soltanto una piccolissima parte di ciò che il nostro mare è costretto a digerire; una minutissima parte rigurgitata. Molta di più è quella che giace nei fondali e quella che finisce nello stomaco dei pesci che mangiamo.

«A tutti i cittadini  – dicono gli organizzatori dell’iniziativa –  chiediamo attenzione a questo serio problema; ai cittadini chiediamo di non gettare in mare le bottiglie, le cassette o le vaschette di polistirolo etc.; agli amministratori di Soverato e del comprensorio chiediamo di imitare il sindaco di Arzachena, che ha proibito l’uso della plastica e molto altro, negli stabilimenti balneari e nelle spiagge della Costa Smeralda».

«Ma chiediamo anche  – concludono –  di inibire l’uso delle cassette di polistirolo e ritornare alle cassette di legno che, se non altro, sono biodegradabili».

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.