Stampa Stampa
46

SOVERATO: INCIVILI OCCUPANO POSTI AUTO, DIALIZZATI BLOCCANO PARCHEGGIO OSPEDALE


Da un po’ di tempo stanno combattendo per veder riconosciuto il loro diritto. Intervento dei carabinieri

Articolo e foto di Gianni ROMANO

SOVERATO (CZ) –  28 FEBRAIO 2019 –  Per vedere soddisfatto i loro sacrosanti diritti, i dializzati sono stati costretti a bloccare il transito veicolare del parcheggio dell’ospedale.

Una situazione al collasso e non più procrastinabile, la situazione è chiara e cristallizzata, ci vogliono i posti per i dializzati, in teoria ci sono, ma bisogna sudare le proverbiali sette camicie per fare liberare un parcheggio abusivo.

Tutti i giorni i dializzati sono costretti loro malgrado a subire l’inciviltà dei molti che  occupano senza averne titolo i posti auto regolarmente segnalati per i dializzati, che hanno necessità di parcheggiare il più vicino possibile all’ingresso.

Dializzati che devono combattere per ottenere questo diritto, occupato il parcheggio per fare  evidenziare un grave problema,sul posto presenti i carabinieri del nucleo radiomobile e quelli della stazione agli ordini del maresciallo capo Simione, nel piazzale è sceso anche il direttore sanitario Antonio Gallucci che si è messo subito a disposizione, ascoltando i dializzati e interagendo con le forze dell’ordine, da parte sua ha dichiarato ci sarà la massima collaborazione.”

Sino ad oggi inascoltati i messaggi  ripetuti  di Aned per sgombrare i posti auto occupati abusivamente ed incivilmente da varie persone non abilitate,queste le parole di Giovanni Cicino responsabile dell’ANED per Soverato, siamo stati costretti a protestare, quali le tematiche ricorrenti, continua Cicino.

Il problema di avere l’auto  posteggiata a ridosso dell’uscita  è di vitale importanza per i dializzati , perché  al termine delle  quattro ore di dialisi lo stato fisico e psicologico è veramente grave e avere,continua Cicino, specie in condizioni di tempo sfavorevole  l’autovettura lontano  e non a ridosso del centro è un  fatto che mette ulteriormente a rischio la salute (già insufficiente ) per la sopravvivenza dei nostri malati terminali .”

 E’ un fatto di civiltà che a Soverato non viene rispettato  ,La direzione di presidio deve stare più attenta alla gestione degli spazi, continua Cicino,”La Asp di Catanzaro per la parte amministrativa da tempo è indifferente al problema dei rimborsi.  

Essa, continua Cicino, con tutto il suo staff amministrativo che è tantissimo,  deve avere rispetto dei pazienti nel rimborsare immediatamente i soldi per costi del trasporto con mezzo propri,  poiché  quasi tutti sono pensionati e non in condizioni di anticipare cifre considerevoli per benzina.

“Se si dovesse ripetere quanto abbiamo denunciato passeremo a forme di proteste,continua Cicino, più eclatanti. “Sollecitiamo la direzione amministrativa a non indugiare più per i  rimborsi .”

D’altra parte se ai loro impiegati li si pagasse una volta l’anno cosa farebbero? Nota di merito invece l’associazione la rivolge al personale presente,competente e umano,Nota positiva dei dializzati : il personale medico ed infermieristico è stato sempre attento alla cura dei dializzati anche sotto il profilo umano,conclude Giovanni Cicino”.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.