Stampa Stampa
31

SOVERATO, I “MATEMATICI” DEL MALAFARINA ALLE OLIMPIADI DI “PROBLEM SOLVING”


Riceviamo e pubblichiamo:

SOVERATO (CZ) – 14 MAGGIO 2018 –  Grande soddisfazione per i ragazzi della classe seconda, sez. A,  dell’indirizzo “Informatica” dell’ITT “MALAFARINA” di Soverato che hanno partecipato alla finalissima delle olimpiadi di “Problem Solving”, svoltasi a Cesena, al Dipartimento di Informatica, distaccamento dell’Università di Bologna il  27 e 28 aprile.

Alla finalissima hanno preso parte oltre 500 studenti selezionati tra circa 23.000 partecipanti provenienti da tutta Italia. I finalisti ammessi alla gara individuale della secondaria di II grado sono stati 59.

Due gli studenti partecipanti,  Alessandro Dimasi, proveniente da  Riace, e  Stefan Damian Vlad, proveniente da Santa Caterina dello Ionio  (accompagnati dalla prof.ssa Anna Maria Salerno), che dopo le ottime prestazioni nella fase regionale  con  100 punti su 100 (secondo e terzo posto) hanno conquistato il diritto di gareggiare alla finale a Cesena,  gara individuale.

Nella finalissima del 27 aprile a Cesena   Alessandro Dimasisi è classificato diciassettesimo.

Le Olimpiadi del “ProblemSolving” (OPS)  promosse dalla direzione generale per gli Ordinamenti Scolastici e la Valutazione del sistema nazionale di istruzione del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca, al fine di perseguire diversi obiettivi: innanzitutto mirano a sviluppare il pensiero computazionale, le abilità logiche e di risoluzione di problemi algoritmici poi intendono mettere a frutto il patrimonio informatico, oggi strumento privilegiato per comprendere il complesso mondo della globalizzazione.

Si prefiggono, inoltre, lo sviluppo di processi di ragionamento creativo e nello stesso tempo metodico, per sviluppare strategie sistematiche di problemsolving in una logica che vada nella direzione del cosiddetto “computationalthinking”, prospettiva multidisciplinare che sviluppi fin dalla scuola primaria, competenze di questo tipo.

 

Alle iscritte e agli iscritti alla competizione viene offerta l’opportunità di seguire uno specifico percorso formativo: nel corso dell’anno scolastico, vengono infatti proposti “allenamenti” (di difficoltà via via crescenti) che guidano ad apprendere, padroneggiare e affinare le tecniche risolutive. 

Il programma della Finale delle OPS a Cesena è stato arricchito con preziosi momenti seminariali sui temi della programmazione, dei makers e del coding.

Interessante il seminario  Pensiero Computazionale e Coding, tenuto in concomitanza con lo svolgimento delle gare, pensato come momento di approfondimento e scambio per insegnanti e accompagnatori dei ragazzi in gara.

Tale esperienza è stata resa possibile dal dirigente scolastico dell’ITT Malafarina, Prof. A. Domenico Servello , sempre attento alle esigenze dei suoi ragazzi, che offre loro la possibilità di partecipare a numerosi eventi, vere occasioni di crescita, fonte di stimolo e confronto con altre realtà.

Per il “Malafarina” professoressa Annamaria Salerno 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.