Stampa Stampa
45

SOVERATO E IL “PIANO SPIAGGIA” CHE NON C’E’


Riceviamo e pubblichiamo:

SOVERATO /CZ) – 16 MAGGIO 2018 – «Il movimento Semplicemente Soverato esprime soddisfazione per l’attribuzione, per il secondo anno consecutivo, della bandiera blu, provvedimento che rafforza senza alcun dubbio l’immagine della nostra città sugli scenari turistici in vista della prossima stagione ormai alle porte.

Allo stesso tempo esprime, però, forti dubbi e grosse perplessità riguardo il riconoscimento considerato che molti criteri, tra quelli definiti “imperativi”, elencati dalla FEE, non risultano affatto rispettati in quanto non soddisfano i parametri di qualità richiesti.

In particolare pulizia delle spiagge (la pulizia della spiaggia si intende farla a ferragosto?), abbattimento delle barriere architettoniche, scarico delle acque reflue dai fossi (acque bianche?), arredo urbano curato, spiagge (erbaccia?) dotate di tutti i servizi (in particolare quelle pubbliche), spazi dedicati ai corsi d’educazione ambientale etc. etc.

Rientrano  nella “pagina di buona politica e di buona amministrazione” la mancata approvazione del Piano Spiaggia Comunale ?  Una località turistica importante come Soverato  può restare senza lo strumento di programmazione ?

Insomma, anche la stagione balneare 2018 sarà ricordata per l’assenza del PSC  (pagato per ben  tre volte dal 2009  ad oggi senza rimuovere le osservazioni più volte richieste), che secondo Semplicemente Soverato è uno dei tanti impegni disattesi delle amministrazioni comunali che hanno governato la nostra Città.

Riteniamo opportuno evidenziare le osservazione e criticità rilevate dal Dipartimento Ambiente e Territorio e dal Settore 10 Demanio Marittimo della Regione Calabria indicando gli ostacoli tecnici che ad oggi, a nostro avviso, saranno da impedimento al percorso che ne potrà garantire la relativa approvazione: con nota n. 281344 del 08/09/2017 l’Ente Regionale riporta che “agli atti non risulta avviata nessuna procedura di Redazione del Piano Strutturale Comunale del Comune di Soverato” considerato che la legge Urbanistica Regionale impone che tutti i comuni avrebbero dovuto approvare entro il 31/12/2017 il Piano Strutturale Comunale o associato.

A tal proposito e per quanto ciò determinato Semplicemente Soverato si chiede “perché la Regione Calabria non ha provveduto a Commissariare il comune di Soverato?”

Con Nota n. 282217 del 11/09/2017 sono state evidenziate una “serie di osservazioni e criticità’”, circa cinquanta, alcune delle quali qui riportate.

Non sono indicate, nella planimetria “stato di fatto” tutte le aree occupate, sia in concessione sia abusivamente od oggetto di contenzioso, con l’individuazione dell’occupatore e indicazione dello stato di pratica, ovvero: per le concessioni, titolo abilitante e periodo di validità con regolarità di pagamento dei canoni e per le occupazioni abusive, le procedure avviate ai fini del ripristino della legalità e le richieste/pagamenti degli indennizzi.

Non sono previsti in materia di accessibilità e servizi minimi per i disabili;

L’area destinata a camping è una pineta litoranea nella quale non sono consentite costruzioni e destinazioni incompatibili con la tutela e la salvaguardia delle assenze arboree.

Il nuovo lotto per le strutture alberghiere non può essere previsto in quanto riduce la spiaggia libera.

Relativamente alla percentuale di spiaggia libera scarsa fruizione di accesso da viabilità pubblica;

Appare del tutto evidente, pertanto, che le norme previste in tale ambito dovranno essere recepite e contenute nel Piano Strutturale Comunale in mancanza delle quali non potranno essere attuate.

Tale percorso vincolante e propedeutico a ogni e qualsiasi ulteriore atto che riguarda l’importante strumento urbanistico non può prescindere dal prendere atto dei riscontri comunicati per conseguire gli assensi previsti dalle normative vigenti».

Semplicemente Soverato 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.