Stampa Stampa
892

SOVERATO (CZ) – SRADICATO “IL MOSTRO” (AGGIORNATO)


Aggiornato oggi, ore 08: 37

Intervento durato 23 ore. Asportata massa tumorale di 50 cm. Adesso Orlando è in terapia intensiva

Articolo e foto di  Gianni ROMANO (Il Quotidiano del Sud) 

SOVERATO (CZ)  – 15 APRILE 2018 –  Dopo ulteriori analisi cliniche specifiche eseguite al presidio ospedaliero Presbyterian Hospital di New York, e la successiva e lunga operazione eseguita da Kato Tomoaki, asportata  ad Orlando” Il Guerriero “Fratto, una massa tumorale di ben 50 centimetri.

Una operazione salvavita lunga e complessa  durata ben 23 ore ed eseguita da più specialisti e dal luminare Kato Tomoaki, il luminare ha dichiarato parlando con la famiglia di Orlando Fratto che in seguito darà maggiori informazioni, al momento uscito dall’unità complessa di chirurgia Orlando è stato ricoverato presso il reparto di terapia intensiva dove starà per qualche tempo prima di rientrare nella sala della degenza ospedaliera.

Quella eseguita da Kato Tomoaki è una operazione che solo Kato aveva garantito, difatti in Italia Orlando non aveva trovato nessuno che lo operasse, troppo estesa sugli organi la massa tumorale, troppe le complicazioni in vista di un intervento, ma Orlando aveva messo in movimento tutti per una notizia positiva, in America si poteva eseguire questa operazione necessaria e salvavita, e per volare con la sua famiglia in questa operazione salvavita si è messa in moto una gigantesca macchina della solidarietà.

Molteplici le iniziative in tutta la penisola per la raccolta fondi,da spettacoli teatrali e musicali,ad estrazioni,alla raccolta fondi a cura di molte associazioni e al fattivo intervento della Regione Calabria assessorato alla sanità, si è riusciti in tempi decisamente brevi  a raccogliere la somma necessaria che ammonta a più di 350 mila euro.

Ma la macchina della solidarietà per Orlando ha messo il turbo, mettendo la freccia di sorpasso per combattere la malattia,una sarcoma invadente e cattivo con le cellule impazzite che crescevano nella misura di due centimetri alla settimana,una corsa affannosa contro il tempo,ma grande è stata la risposta di Soverato e di tutto il comprensorio,e una apposita onlus è stata creata con tanto di pagina social per aggiornare tutti sulla evoluzione della operazione di Orlando.

Ma chi è Tomoaki Kato?  E’ un noto pioniere nel trapianto di organi multipli, nel trapianto di fegato pediatrico e adulto . Kato è direttore chirurgico del trapianto di fegato e intestino adulto e pediatrico presso l’ ospedale NewYork-Presbyterian / Columbia University Medical Center ed è professore di chirurgia presso il College of Physicians and Surgeons della Columbia University.

Kato è anche noto per interventi chirurgici unici e innovativi per adulti e bambini, tra cui un trapianto di sei organi; una procedura chiamata APOLT (trapianto di fegato ortotopico parziale ausiliario) che rianima un fegato in errore attaccando un fegato parziale donatore, rendendo superflui i farmaci immunosoppressori; ]e il primo trapianto di vescica umana di successo che ha coinvolto il trapianto di due reni insieme a ureteri collegati a un cerotto della vescica del donatore.

In un caso molto pubblicizzato, ha guidato la prima rimozione e reimpianto, o autotrapianto, di sei organi per asportare un tumore addominale difficile da raggiungere.  Precedentemente direttore del trapianto di fegato e gastrointestinale in età pediatrica e professore di chirurgia clinica presso la Facoltà di Medicina dell’Università di Miami , Kato ha conseguito la laurea in medicina presso la Scuola medica dell’Università di Osaka in Giappone e ha ricevuto la formazione di residenza in chirurgia all’Ospedale dell’Università di Osakae Itami City Hospital a Hyogo, in Giappone.

Ha completato una borsa di studio clinica in trapianto presso l’Università di Miami / Jackson Memorial Hospital, a Miami, in Florida, dove è stato successivamente nominato alla facoltà di chirurgia nel 1997 e promosso a professore ordinario nel 2007.

Operato Orlando “Guerriero” Fratto: sta bene, dorme. Ha bisogno di riposo

di Gianni ROMANO 

SOVERATO (CZ) –  E’ perfettamente riuscito l’intervento chirurgico a cui, negli Stati Uniti,  è stato sottoposto Orlando “Guerriero” Fratto.

L’intera massa del sarcoma è stata asportata. È stato un intervento arduo, ma portato a termine in modo eccellente. Ora Orlando dorme ma sta bene.

Il chirurgo che l’ha operato ha voluto scambiare poche parole con la mamma, rasserenandola e rimandando a domani in conferenza i dettagli maggiori.

Al momento si sa che è stata asportata una massa di 30×50  centimetri: un vero mostro.

Adesso, come da previsione, Orlando è in terapia intensiva:  passeranno giorni prima del suo ritorno in camera. Ha bisogno di riposo.

SEGUE INTEGRAZIONE

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.