Stampa Stampa
292

SOVERATO (CZ) – SEQUESTRATO DEHORS LIDO “MIRAMARE” (AGGIORNATO)


Sigilli apposti da Guardia Costiera e Guardia Finanza

di REDAZIONE 

SOVERATO (CZ) – 6 APRILE 2017 – Sequestrato il lido “Miramare”, uno degli stabilimenti per eccellenza della “Perla delle Ionio”

L’operazione che ha portato all’affissione dei sigilli è stata condotta in maniera congiunta di Guardia Costiera e tenenza Guardia Finanza do Soverato alla presenza dei dipendenti comunali.

Alla base del provvedimento ci sarebbero state delle irregolarità. Pronta la documentazione e la richiesta di dissequestro immediato.

Anche perché la stagione estiva è (quasi) alle porte.

AGGIORNAMENTO DI OGGI VENERDI’ 7 APRILE 2017 –  

Articolo e foto di Gianni ROMANO

SOVERATO (CZ) –  7 APRILE 2017 –  Un fulmine a ciel sereno, sequestrato parte dello storico locale “Il Miramare” aperto da moltissimi anni e vera icona della città del cavalluccio marino.

Un sequestro preventivo con tanto di nastro bianco e rosso e un cartello posizionato all’ingresso del ristorante  e sulla grande pedana in legno antistante la struttura, sono stati posti in modo congiunti dalla guardia costiera dell’ufficio marittimo di Soverato e dai militari della tenenza della guardia di Finanza di Soverato, un cartello recante”struttura sottoposta a sequestro preventivo ex art. 321/C .C.P.” Sul posto Guardia di finanza, Capitaneria di porto e dipendenti comunali.

Al momento sembrerebbe che siano  state riscontrate delle irregolarità, di conseguenza la procedura di sequestro è risultata inevitabile. I legali delle parti presenti, provvederanno a procedere alla richiesta di dissequestro al fine di far riaprire la struttura nel più breve tempo possibile. Si parla di lavori eseguiti senza le necessarie autorizzazioni, anche perché il locale insiste in gran parte sul demanio marittimo, ma sembrerebbe invece che questi lavori nel tempo siano stati regolarmente sanati in un periodo che va dal lontano 1990 sino agli anni 2000.

L’avvocato Eliana Corapi del foro di Catanzaro e  legale della ditta G.M. Service con sede a Roma e che rappresenta il lato commerciale, ha dichiarato che se pur in forma ridotta il locale già da sabato sarà nuovamente fruibile alla vasta clientela, il sequestro riguarda il lato ristorante che affaccia sul lungomare Europa, il vasto dehors estivo in  legno, dove abitualmente erano posizionati divanetti in stile, tavoli e sedie con grandi ombrelloni, mentre  altre sale interne e il grande salone adibito a bar non sembrerebbero interessati a questo sequestro preventivo.

Sul posto molti i curiosi e molti gli interrogativi e in tanti hanno chiesto la regolare riapertura dello storico locale che ha visto passare per le sue grandi e luminose sale intere generazioni.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.