Stampa Stampa
23

SOVERATO (CZ) – RISSA NEL PARCHEGGIO, 9 ARRESTI E 4 DENUNCE DEI CARABINIERI


Soverato, la Compagnia Carabinieri

Giovani finiti in manette sono accusati di rissa aggravata, lesioni personali e detenzione abusiva di armi. I restanti 4, invece, sono stati deferiti in stato di libertà per le medesime fattispecie penali

di REDAZIONE

SOVERATO (CZ) –  8 LUGLIO 2017 –  Nella tarda mattinata di ieri, nel corso di un servizio finalizzato alla prevenzione e al contrasto dei reati in genere, i Carabinieri della Compagnia di Soverato sono intervenuti all’interno del parcheggio di Via Amirante ove, per cause in corso di accertamento, un gruppo di dieci ragazzi del posto ha aggredito, con calci e pugni, tre giovani nigeriani senza fissa dimora.

 Questi ultimi, nonostante la netta inferiorità numerica, dopo una prima fase di tregua, hanno improvvisamente tentato di reagire, venendo bloccati dai Carabinieri, prontamente sopraggiunti sul posto. Con non poche difficoltà, gli operanti sono riusciti a sedare gli animi, evitando che la situazione potesse ulteriormente degenerare, atteso che, nella circostanza, sono stati rinvenuti e sottoposti a sequestro un coltello a serramanico e un cd. Taser (Thomas A SwiftsEletronicRifle), ossia un potente dissuasore elettrico utilizzato dalla Polizia americana per stordire ed immobilizzare le persone, il cui uso è tassativamente vietato in Italia.

 Nel corso delle operazioni, un Carabiniere è stato colpito violentemente al volto ed è rimasto ferito, stessa sorte è toccata ad un giovane nigeriano: entrambi, trasportati presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale Civile di Soverato, hanno riportato delle lievi lesioni.

 All’esito della ricostruzione dei fatti e delle formalità di rito, 9 soggetti, identificati in RIZZO Giulio Moreno cl.’92, RIZZO Adriano Larry cl.’91, RIZZO Andrea Lucio cl.’94, PROCOPIO Pietro cl.’88, DE LAPA Alessio cl.’96, META Mauro cl.’95, ORUEGE Chuckscl. ’92, NWOSU Izuchakwucl.’95 e IMARIAGBE Kevin cl.’95sono stati tratti in arresto per rissa aggravata, lesioni personali e detenzione abusiva di armi. I restanti 4, invece, sono stati deferiti in stato di libertà per le medesime fattispecie penali.

 Nel pomeriggio odierno, la 1^sezione penale del Tribunale di Catanzaro ha convalidato tutti gli arresti, disponendo la misura cautelare dell’obbligo di presentazione giornaliero alla polizia giudiziaria per i tre fratelli RIZZO.

 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.