Stampa Stampa
32

SOVERATO (CZ) – L’Ordine di Malta testa la nuova dotazione


Un momento dell'esercitazione

Un momento dell’esercitazione

Esercitazione per il Cisom soveratese(Corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta). Simulato lo svuotamento di un locale allagato da piogge torrenziali

Articolo e foto di Gianni Romano (Il Quotidiano del Sud)

SOVERATO (CZ) – 22 MARZO 2015 – Nei giorni scorsi i volontari del Gruppo hanno svolto una importante prova tecnica al fine di testare la nuova dotazione inviata dalla Direzione Nazionale del Corpo, ultimo arrivo prima di una serie di mezzi e apparecchiature che verranno destinate al comprensorio catanzarese.

Difatti è prossimo l’arrivo di una motopompa donata dal Corpo dei Vigili del Fuoco del Trentino Alto Adige mezzo, questo, idoneo all’intervento Usar in caso di allagamenti e per l’antincendio, seguiranno a breve da Roma un gruppo elettrogeno e una torre faro. Entro l’estate inoltre vi sarà il varo di una imbarcazione cabinata di circa 18 mt con scafo in vetroresina e due motori diesel per oltre 900 CV adibita a supporto logistico – sanitario per eventuali operazioni in mare e monitoraggio ambientale di concerto con gli enti statali, regionali, provinciali e locali.

Il Cisom (Corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta) ha, tra i tanti, protocolli operativi con il Corpo delle Capitanerie di Porto, la Guardia di Finanza e la Marina Militare (dove medici, infermieri e soccorritori sono imbarcati sui i vari mezzi utilizzati nelle operazioni Sar e Trithon), il Corpo Forestale dello Stato, il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, la Regione Calabria e il Comune di Catanzaro.

Di mattina è partita l’esercitazione che simula lo svuotamento di un locale a seguito di allagamento causato da piogge torrenziali, uno scenario che negli ultimi anni non di rado si è verificato a Soverato, Catanzaro e nei paesi limitrofi.

I dodici che hanno preso parte all’operazione si sono recati presso la villa comunale di Soverato dove divisi in quattro squadre di tre elementi a rotazione  hanno eseguito tutte le fasi previste, per il collegamento di tubi e manicotti e al posizionamento degli stessi per lo svuotamento di un ingente quantitativo di acqua, tutto ripetuto più volte e simulando le più diverse che condizioni e avversità possono presentarsi specie in fasi concitare come quelle di intervento in condizioni meteo molto avverse.

Nel corso dello svolgimento delle prove vi è stata la visita attenta del Comandante del Corpo di Polizia Locale e di un Tecnico del Comune, la telefonata del Sub Commissario Prefettizio Dr. Bigagnoli (Funzionario responsabile della Protezione Civile alla Prefettura di Catanzaro) il quale si è tenuto costantemente informato sulle fasi esercitative.

A Esercitazione conclusa soddisfazione di tutti i partecipanti per aver superato la “prova” di utilizzo della pompa. Il tutto avvenuto grazie alla autorizzazione del Commissario Prefettizio Dr. Mottola D’Amato che ha permesso l’utilizzo della fontana/vasca della villa comunale.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.