- PreSerre e Dintorni - http://www.preserreedintorni.it -

SOVERATO (CZ) – Le “Donne di mafie” da un ‘angolatura diversa

Il municipio di Soverato [1]

Il municipio di Soverato

In un convegno organizzato per domani pomeriggio dalla Confacit di Soverato il ruolo di madri, mogli, figlie e sorelle nelle organizzazioni criminali

Fonte: articolo di Gianni Romano (Il Quotidiano della Calabria)

SOVERATO (CZ) – Il neo eletto sindaco di Soverato, Ernesto Alecci e il Presidente della Confacit provinciale di Catanzaro, Luigi Bulotta, porgeranno i saluti di apertura del convegno “Donne e mafie”, organizzato dalla Confacit sezione di Soverato, che si terrà sabato 7 giugno alle ore 18,00 presso i locali del lido “Il Gabbiano” di Soverato.

Relazioneranno il Dott. Emilio Ledonne, già Procuratore generale della Repubblica di Bologna, e Don Pino De Masi, Vicario generale della Diocesi di Oppido Mamertina.

Interventi programmati: l’On. Angela Napoli, consulente della Commissione antimafia e il Gen. aus. Carabinieri Dott. Antonio Rizzo, Direttore Generale della S.U.A. della Regione Calabria.

Concluderà i lavori la Dott.ssa Maria Pia Faga, Presidente della Confacit sezione di Soverato. Moderatrice del convegno, la giornalista Maria Luisa Iezzi.

Il ruolo delle donne nelle associazioni mafiose è determinante e ambiguo, ma  indispensabile per la vita di queste organizzazioni criminali.

 Per anni si è falsamente creduto che le donne fossero all’oscuro di quanto succedeva all’interno del sistema mafioso.

 Sono madri, sorelle, mogli e figlie che agiscono o subiscono il sistema; donne protagoniste e vittime di mafia, ma sono anche quelle che, quando si stancano, possono mettere in crisi l’intera organizzazione mafiosa.