Stampa Stampa
15

SOVERATO (CZ) – L’ANALISI DEL VOTO CON IL SINDACO ERNESTO ALECCI


Era candidato nel listino proporzionale Calabria 2 con il Pd. “Innegabile vittoria 5 Stella come nostra sconfitta”

Articolo e foto di Gianni ROMANO

SOVERATO (CZ) – 28 MARZO 2018 –  A tre settimane dal voto si può fare un bilancio più approfondito su quelli che sono i numeri della tornata elettorale su scala regionale.

Ne parliamo con il Sindaco di Soverato Ernesto Alecci candidato nel listino proporzionale Calabria 2 nelle fila del Partito Democratico.

Dando uno sguardo superficiale, sembrerebbe che il meridione d’Italia ha sancito l’affermazione totale dei 5 stelle e la debacle del Pd. Cosa ne pensa?

 «La vittoria dei 5 Stelle è innegabile, come innegabile è la sconfitta da parte del Pd in termini superiori alle aspettative. In questo quadro generale è però necessario sottolineare le differenze in termini numerici da collegio a collegio e da comprensorio a comprensorio».

 Quali sono le differenze da cogliere?

«Da un’analisi più approfondita, per esempio, emerge che l’unico collegio uninominale in cui il Pd ha superato quota 20%, tra gli ottanta collegi delle Regioni del centro sud (Molise, Abruzzo, Campania, Basilicata, Puglia, Calabria, Sicilia, Sardegna), è il collegio Vibo-Soverato in cui ha ottenuto il 20,15 %. Andando ancora più in profondità si evince che il Pd nel comprensorio Soveratese (rappresentato da circa 30 comuni) ha fatto registrare quasi il 24% che potrebbe essere il dato più alto tra le Regioni citate e molto più  significativo del 18,7 che il Pd ha riportato su scala nazionale».

 Come interpreta questi dati?

«Non sono un’analista, ma posso immaginare che in quei territori dove si riesce a trasmettere ai cittadini l’immagine di una politica sana, affidabile e vicina alle persone i risultati vanno oltre l’appartenenza partitica. Durante la campagna elettorale ho toccato con mano l’esasperazione della gente e la voglia di mandare in soffitta quel tipo di politica autoreferenziale sempre più lontana dai bisogni delle persone».

Quindi Sindaco Alecci quale può essere per il Pd la chiave per recuperare il proprio elettorato?

«Mi fa piacere questa domanda perché mi consente di ripercorrere brevemente il percorso che mi ha visto far parte dell’assemblea costituente tenutasi a Milano nell’ottobre del 2007 ed aprire, il mese successivo, assieme a tanti amici, il primo circolo Cittadino nella veste di Vice segretario Vicario.  In questi 11 anni ho visto un partito cambiare pelle per essere più dinamico e moderno, e affrontare meglio  le sfide che si sarebbero presentate.

Un partito che oggi deve recuperare attraverso i suoi valori costituenti il rapporto con il proprio elettorato. Un partito che nonostante le difficoltà del momento è ancora vivo nei  suoi tanti circoli presenti su tutto il territorio e che comunque può e deve ripartire dai 6 milioni di Italiani  che nel periodo peggiore hanno voluto continuare a dargli fiducia.

Questo può essere possibile solo attraverso una “politica di prossimità” che significa essere vicino alle reali esigenze delle persone, raccogliendone le istanze, al fine di elaborare soluzioni adeguate nell’immediato e programmare progetti sostenibili per il futuro.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.