Stampa Stampa
33

SOVERATO (CZ) – INCONTRO DI STUDI: ARCHEOLOGIE E PAESAGGI


Al “Malafarina” iniziativa del Gruppo Archeologico “Paolo Orsi” per celebrare decennale costituzione

Articolo di Gia. RO. (Il Quotidiano del Sud)

SOVERATO (CZ) – 11 GENNAIO 2016 –  Saranno presentate prossimo 13 gennaio con inizio alle ore 9 e 30 presso l’istituto “G.Malafarina” di Soverato, le carte archeologiche e dei beni culturali di: Soverato, Montepaone, Petrizzi, Davoli, Sant’Andrea Apostolo dello Ionio, Isca sullo Ionio e Santa Caterina dello Ionio, in collaborazione con le Soprintendenze “Archeologia” e “Belle Arti e Paesaggi”.

Il Gruppo Archeologico Paolo Orsi, dopo impegnative attività di ricerca e promozione del territorio portate avanti assiduamente sin dal 2005, celebra con questo evento la ricorrenza del decimo anno dalla sua costituzione.

E’ un dato certo che, a fronte delle potenzialità ben conosciute fin dai primi decenni del 1900, i nostri territori stiano subendo un progressivo impoverimento a discapito del Paesaggio e della conservazione delle risorse archeologiche.

Sul piano privato e soprattutto su quello pubblico, in nome dello “sviluppo” e della “riqualificazione” e a dispetto della legislazione vigente, il nostro territorio subisce quotidianamente modifiche spesso discutibili e irreversibili.Le carte archeologiche e dei Beni Culturali extraurbani concretizzano la ricerca di dieci anni di attività volontaristica e si propongono come contributo concreto alle Soprintendenze e agli Enti locali per i quali gli scarsi strumenti a disposizione rendono difficile conciliare la tutela del territorio e della sua storia (spesso celata) con le nuove esigenze di espansione urbanistica.

Con questa “giornata di studi” s’intende portare a conoscenza l’esistenza di realtà archeologiche e paesaggistiche ancora poco note soprattutto agli amministratori locali ed ai dirigenti degli uffici tecnici; s’intende infine approfondire gli aspetti legati alle normative sui Beni Culturali e Paesaggistici di cui spesso s’ignora o si vuole ignorare l’esistenza.

L’augurio è che si possano evitare, d’ora in poi, gli interventi di emergenza e che le amministrazioni locali adottino queste mappe come strumento utile per una pianificazione urbana sostenibile, nel rispetto della Storia locale e della democrazia, in osservanza del codice dei Beni Culturali e della stessa Costituzione Italiana.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.