- PreSerre e Dintorni - http://www.preserreedintorni.it -

SOVERATO (CZ) – Incontro con il vescovo Armando Corino, esperto “in erbe”

Cosco con il vescovo Corino durante l'incontro [1]

Cosco con il vescovo Corino durante l’incontro

Il presule ortodosso ha illustrato le proprietà terapeutiche dell’aloe arborescens

Articolo e foto di Gianni ROMANO (Il Quotidiano del Sud)

SOVERATO (CZ) – 22 APRILE 2015 – Organizzato da Aglae Scicolone e da Alfredo Cosco, un riuscito e partecipato incontro alla libreria “Non ci resta che leggere” con il vescovo ortodosso Armando Corino, esperto di piante curative Aloe Arborescens.

Corino esperto e conoscitore da oltre quindici anni di questa pianta con proprietà curative ha detto che sarebbe bello e utile avviare anche in Calabria le coltivazioni visto il clima favorevole, Corino è spinto da questo solo per aiutare le persone e non per un proprio tornaconto, l’Aloe è una pianta che cura i malati oncologici, ma è una pianta da utilizzare affiancando cure mediche e non sostituendole assolutamente,anche perché l’Aloe ha un effetto preventivo sui tumori eliminando tutto quello che l’organismo umano ritiene in più.

Corino in modo esaustivo ha rendicontato il procedimento di somministrazione di questa pianta, un composto che vede le foglie dell’Aloe miscelate con miele e qualche dose di grappa e acido salicilico, utile anche come conservante. Una posologia chiara illustrata bene da Corino e con interventi mirati da parte di Alfredo Cosco e dal numeroso e attento pubblico.

Il rapporto con i malati – diceva il vescovo ortodosso Armando Corino – aiuta ad essere più lucido e vicino ai bisogni e alle attese delle persone senza creare facili illusioni, ma illustrando quella che è realmente la pianta Aloe Erbanescens, una pianta vista come un aiuto naturale e senza nessuna contro indicazioni di sorta”.

Il vescovo ortodosso Armando Corino è un personaggio che crea un alone di attenzione e di rispetto verso la sua persona,un curriculum degno di nota fanno del vescovo ortodosso uno dei massimi esperti in questo campo. Corino è ispirato dai celebri studi di padre Romano Zago,Corino sulle proprietà curative di questa pianta,decise nel lontano anno 2000 di intraprendere la coltivazione per aiutare persone sofferenti di gravi patologie,soprattutto tumorali.

Nel corso degli anni ha potuto riscontrare come l’utilizzo di questa pianta sia benefica per tante persone sofferenti. La sua esperienza lo ha portato a creare L’Arca, associazione ricerca cura aloe e a partecipare ad incontri conoscitivi in tutta Italia. L’Aloe Arborescens ha diverse proprietà benefiche riconosciute ma anche alcune controindicazioni e possibili effetti collaterali, l’aloe Arborescens è una pianta della famiglia delle Aloacee ed è utilizzata sia come pianta ornamentale nei giardini che come pianta medicinale. Questo tipo di Aloe è un erba perenne,può arrivare fino ai 4 m di altezza, ha delle foglie molto belle.

Questa specie di Aloe cresce soprattutto nella stagione invernale,uno dei colori più tipici della pianta è l’arancione ma qualche volta può anche essere di colore giallo. Aloe ArborescensI fiori di questa pianta ,che sono in grappolo e di colore rosso,non attraggono solo gli uccellini ma anche le api, l’aloe Arborescens è una pianta che si riproduce per impollinazione incrociata visto che i fiori maschili e femminili della pianta stessa non si incrociano tra di loro.

L’Aloe Arborescens normalmente nasce nei territori più a nord del Sud Africa. Questa specie di Aloe è la più distribuita in assoluto, può essere vista normalmente sia nelle zone di mare che nelle zone di montagna e qualsiasi parte di questa pianta viene utilizzata per trattamenti medicamentosi.