Stampa Stampa
17

SOVERATO (CZ) – “G. MALAFARINA”, LA SCUOLA CHE “NON SI FERMA MAI”


Tra Erasmus +, Festival dell’Europa, visita ad Amatrice e tappa in Lituania, istituto di istruzione superiore ha dimostrato di essere sempre in “movimento”

di REDAZIONE

SOVERATO (CZ) –  24 MAGGIO 2017 –  Ultimi mesi dell’anno scolastico ancora più frenetici del solito per l’Istituto Tecnico Tecnologico “G. Malafarina” di Soverato, diretto dal prof. Domenico Agazio Servello.

Oltre all’intesa attività curriculare, interessanti proposte di alternanza scuola-lavoro hanno portato gli allievi del settore Informatica e Telecomunicazioni e quelli di Elettronica ed Elettrotecnica ad Acicastello e, addirittura, il settore Costruzioni, Ambiente e Territorio ad Amatrice. In questo andirivieni si collocano le sempre più interessanti mobilità Erasmus+.

Ad appena ventiquattro ore dal ritorno dalla Turchia dove il prestigioso Laboratorio Teatrale, in occasione dell’ultimo incontro transnazionale di “Make a Change and Listen to their Voice”, ha riproposto lo spettacolo: “A school Day”, due diverse delegazioni nella settimana del Festival dell’Europa si sono recate in Lituania e Bulgaria per trattare, rispettivamente, il fenomeno del bullismo verbale nell’ambito del progetto: Bullying Free Minds” e per partecipare al gran Finale “Dreams and Teams” del progetto Fact, acronimo di Forensics and Creative Theatre.

A Lovech il team composto dai docenti Salvatore Mirarchi e Franco Corapi e dagli allievi Davide Leone, Anastasija Siavenka, Giuseppe Agresta, Nicola Teti e Viktor Orzhewiskhyy è stato raggiunto dalla coordinatrice Savina Moniaci per celebrare il trentesimo anniversario del programma Erasmus plus. Dopo un flash mob condotto con i partner bulgari, turchi, spagnoli, rumeni e slovacchi, Davide Leone si è unito all’orchestra internazionale Fact Erasmus per la prima assoluta dell’inno “Fact” e ha preso parte ad un’esilarante rivisitazione moderna di “Cinderella”. Gli allievi italiani si sono esibiti in una performance da loro ideata dal titolo: “Music Unites” che ha visto l’alternarsi delle esibizioni musicali di Nicola Teti con la tromba, di Davide Leone con il beatboxing ai contributi di Anastasiya Siavenka e Viktor Orzhewiskyy.

Gli stessi, assieme a Giuseppe Agresta e agli allievi degli altri paesi partner sono stati, quindi, impegnati in “Fact Family Adventure”,dejavu di tutti i momenti più significativi di un progetto che, da tre anni a questa parte, ha consentito agli allievi del Malafarina di promuovere forti relazioni coni diversi gruppi etnici e sviluppare competenze linguistiche, potenzialità creative ed imprenditoriali.

 Il turismo storico e culturale ha, ulteriormente, impreziosito la mobilità in Bulgaria attraverso visite culturali alla Cava di Prohodna, al Monastero Troyan e a Plovdiv, neo nominata Capitale Europea della Cultura 2019.

Il prof. Domenico Agazio Servello si conferma fra i più assidui sostenitori di Erasmus+ favorendo qualsiasi iniziativa di impatto e disseminazione del programma,consentendo allo staff del Malafarinadi sviluppare un impegno di cooperazione transnazionale e di internazionalizzazione dell’istruzione.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.