- PreSerre e Dintorni - http://www.preserreedintorni.it -

SOVERATO (CZ) – ELEZIONI COMUNALI – L’era Alecci parte col “giallo”

Il municipio di Soverato [1]

Il municipio di Soverato

Il primo consiglio comunale del dopo elezioni non è stato per niente ordinario. Il gruppo Manti ha annunciato il deposito di una richiesta di accesso agli atti alla circoscrizione elettorale di Catanzaro per appurare l’esistenza di presunte irregolarità nella presentazione di alcuni componenti della lista di maggioranza

Fonte: articolo di Dario Macrì (Il Quotidiano della Calabria)

SOVERATO (CZ) – 12 GIUGNO 2014 – Primo consiglio comunale dell’era Alecci tutt’altro che ordinario. In una sala consiliare gremita di cittadini, si sono consumati diversi passaggi particolarmente significativi. In primo luogo la nomina della nuova giunta municipale.

Nessuna sorpresa nelle scelte del neosindaco, che ha assegnato a Salvatore Riccio, oltre che la carica di vicesindaco, l’assessorato con delega alle attività produttive, lavori pubblici e manutenzione. Gelsomina Vono è stata nominata assessore agli affari legali, tributi e ambiente. A Vittorio Sica è stato assegnato l’assessorato alla cultura, politica della casa e del mare, marketing territoriale e consulta. Rosalia Pezzaniti è il nuovo assessore alle politiche sociali, personale ed attività produttive. Il sindaco Alecci ha tenuto per sé le deleghe al bilancio ed alla sanità ed ha voluto informalmente cedere, con una scelta piuttosto originale, le sue deleghe al turismo, spettacoli ed eventi a Gabriele Francavilla.

La maggioranza ha subito voluto dare un segnale di compattezza presentandosi sotto un unico gruppo consiliare capeggiato da Francavilla (Antonio Rattà, infatti, pare abbia inteso rinunciare a tutte le cariche), “Verso il futuro”, superando la composita aggregazione politica della lista.

Come previsto, Francesco Manti e Katia Urzino hanno formalizzato un gruppo consiliare etichettato “Forza Italia”, “Unione di Centro” e “Fratelli d’Italia”.

Antonello Gagliardi con “Semplicemente Soverato” e Pietro Curatola con “Euforia” hanno completato il quadro politico. Coi soli voti della maggioranza è stato eletto Emanuele Salatino presidente del Consiglio comunale.

Il primo scossone alla seduta l’ha sferrato però Francesco Manti che ha annunciato che è stata fatta richiesta di accesso agli atti alla circoscrizione elettorale di Catanzaro per appurare l’esistenza di presunte irregolarità nella presentazione di alcuni componenti della lista di maggioranza.

Manti ha precisato che non è stato fatto ancora alcun ricorso, che è tutto in mano a degli esperti legali e che ha fatto questo intervento affinché la maggioranza prenda coscienza di questa situazione. La conseguenza è stata che Manti, Urzino e Curatola hanno votato in maniera contraria alla singola convalida di tutti gli eletti.

Anche Gagliardi ha chiesto ovviamente immediata chiarezza sulla situazione, votando positivamente la convalida degli eletti e optando per l’astensione per il voto di convalida dei consiglieri Sica, Rattà e Salatino.

La risposta del sindaco è stata lapidaria: i cittadini hanno espresso liberamente le loro preferenze e spetta agli organi competenti esprimere giudizi sui rilievi mossi da Manti. Ad ogni modo, il gruppo Manti, come del resto ogni cittadino, ha la possibilità di presentare ricorso su vizi procedurali o formali nella presentazione delle liste entro trenta giorni dalla proclamazione del nuovo sindaco.

 Quindi entro il 27 giugno. Per il resto è stata una seduta pregna di buone intenzioni di collaborazione espresse da tutti i rappresentanti delle forze politiche. Che saranno messe presto alla prova dei fatti.