Stampa Stampa
134

SOVERATO (CZ) – “DON RUA’S DAY”, QUELLA VOGLIA MATTA DI STARE INSIEME


Da sx: Tevere, Martucci e Gregoraci

Iniziativa dell’Opera Salesiana. Appuntamento stasera a partire dalle ore 20

Articolo e foto di Gia. RO. (Il Quotidiano del Sud)

SOVERATO (CZ) – 22 OTTOBRE 2016 –  Presentata  la tradizionale festa dedicata ai ragazzi che ha organizzato, per il dodicesimo anno, l’Opera Salesiana di Soverato, con la collaborazione di studenti, docenti e famiglie.

Il Direttore don Gino Martucci, accompagnato dal prof. Massimo Gregoraci e dalla prof.ssa Tiziana Tevere, hanno relazionato sul programma. Appuntamento sabato 22, con inizio alle ore 20, a seguire  il festival canoro, della durata di circa due ore.

Come affermato da Massimo Gregoraci, “il Don Rua’s Day nasce come una festa dei ragazzi per poi estendersi al territorio ed al comprensorio. Nei giorni scorsi  – ha affermato – si sono svolte le selezioni per i ragazzi che canteranno stasera; sono stati selezioni dieci ragazzi. Inoltre – ancora Gregoraci – si esibiranno due gruppi musicali e un cabarettista allieterà la prima parte di serata Don Ruas Day 2016,animando il cortile, per poi esibirsi sul palco.”

Due le giurie all’opera, saranno i bambini della neonata prima classe della Scuola Primaria “Don Bosco” ad aprire il festival canoro. La serata verrà presentata da due ragazzi frequentanti il Liceo Classico (Antonio Callipari e Andrea Calabretta) con la collaborazione di due inviati per gli stands.  E’ stata una commissione di ragazzi che ha deciso il tema di quest’anno. “Ogni giorno – ha affermato il prof. Gregoraci – i ragazzi s’incontrano nel pomeriggio per i laboratori e sono presenti anche genitori e gruppi di docenti che coordinano. Una presenza significativa con il docente che scende dalla cattedra e si affianca ai ragazzi per aiutarli.”

Il Direttore dell’Opera Salesiana di Soverato, Don Gino Martucci, nel suo intervento, ha sottolineato il “coinvolgimento dei ragazzi e delle loro famiglie, vedere genitori che si liberano dai panni del professionista e poi vengono qui a dare una mano per fare qualsiasi tipo di lavoro, anche manuale, per il bene dei ragazzi, è importante. Il ‘Don Rua’s Day’ – ancora don Gino – ha la caratteristica di far esprimere delle potenzialità ai ragazzi, una sorta di ‘Expo locale salesiano’.

Don Bosco diceva – ha ricordato don Gino – ‘tutto io darei per conquistare il cuore dei giovani e poi portarlo al Signore’, mai come in questi giorni, abbiamo avuto tante visite e tanta partecipazione. Il festival è importante non perchè fa vincere una targa ma perchè si vince per il gusto di aver partecipato ad un concorso. In un tempo così triste per ciò che si vede e si sente in giro, penso che momenti come questi, di serena collaborazione, rappresentino una bella ventata di ottimismo, con la collaborazione adulti-giovani e tanti genitori che aiutano creando così un bel clima che supera gli spazi dell’istituto e della scuola.”

Infine, don Gino, ha ricordato che, i festeggiamenti per don Rua, si concluderanno il 29 ottobre quando sarà conferito il mandato agli operatori pastorali di tutta l’Opera Salesiana di Soverato.

Domani, 23 ottobre, invece, si terrà la celebrazione delle cresime, con più di 40 ragazzi che riceveranno il sacramento. Il Direttore ha chiuso l’intervento annunciando anche il motto scelto quest’anno per il “Don Rua’s Day”, ovvero: “Con te o senza di te non è la stessa cosa”.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.