Stampa Stampa
47

SOVERATO, COME AFFRONTARE LA VIOLENZA SULLE DONNE


Domenica 25 novembre convegno a più voci

Articolo di Gianni ROMANO 

SOVERATO (CZ) –  16 NOVEMBRE 2018 – Si terrà domenica 25 novembre con inizio alle ore 10 presso il teatro comunale, il convegno dal titolo ”Violenza contro le donne, uniti per affrontarla”.

Con il patrocinio del comune di Soverato molte le associazioni che hanno aderito, previsti gli interventi di Rita Palermo presidente  Ammi di Soverato, Laura Fondacaro vice presidente Fidapa sezione di Soverato, Francesca Catuogno presidente Rotary club di Soverato, Gabriella Maida presidente Soroptimist di Soverato, Rosanna Scopelliti, presidente fondazione Scopelliti Ernesto Alecci sindaco di Soverato.

Con gli intereventi dell’On. Sen. Andrea Ostellari presidente commissione giustizia del Senato,On.Sen.Gelsomina Silvia Vono,1° commissione affari costituzionali e commissione monocamerale, Rosaria Lucia Altilia criminologa,Michele Curcio psichiatra, Maria Grazia  Muri vice presidente ordine regionale assistenti sociali,e con la preziosa testimonianza di una donna vittima di violenza.

Il dibattito sarà moderato dalla giornalista Maria Anita Chiefari, un tema quanto mai importante con numeri impressionanti,ogni giorno bisogna fare i conti con un continuo stillicidio che vede soccombere la donna,spesso tra le mura familiari dove invece dovrebbe trovare la sicurezza necessaria per il suo essere donna,moglie,mamma.

Un convegno che coinvolge tutta la cosiddetta società civile, a ognuno il proprio compito nel suo ambito,parlarne e cercare di risolvere questa grave problematica che coinvolge tutti ad iniziare proprio dalle famiglie.

Con l’espressione violenza di genere si indicano tutte quelle forme di violenza da quella psicologica e fisica a quella sessuale, dagli atti persecutori del cosiddetto stalking allo stupro, fino al femminicidio, che riguardano un vasto numero di persone discriminate in base al sesso. La legge contro la violenza di genere persegue tre obiettivi principali: prevenire i reati, punire i colpevoli, proteggere le vittime.

Con l’introduzione nel 2009 del reato di atti persecutori-stalking, che si configurano in ogni atteggiamento violento e persecutorio e che costringono la vittima a cambiare la propria condotta di vita, fino alla legge sulle ‘Disposizioni urgenti in materia di sicurezza e per il contrasto della violenza di genere’, risultano infatti rafforzati la tutela giudiziaria e il sostegno alle vittime, una serie di aggravanti e la possibilità di permessi di soggiorno per motivi umanitari per le vittime straniere di violenza.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.