Stampa Stampa
19

SOSPENSIONE PERCETTORI MOBILITÀ, S. CATERINA RICORRE ALLE DITTE ESTERNE


Riceviamo e pubblichiamo: 

SANTA CATERINA DELLO IONIO (CZ) – 11 NOVEMBRE 2020 –   «Da qualche tempo ai Comuni vengono assegnati più compiti e più funzioni, e per converso diminuiscono con implacabile cadenza annuale i trasferimenti da parte dello Stato.

Per non parlare della drammatica fase che stiamo vivendo a causa del Covid-19 che sta ulteriormente caricando di responsabilità gli amministratori locali, lasciati sempre di più in una preoccupante solitudine.

Tutto questo richiederebbe uno sforzo di coesione e di responsabilità di tutte le comunità e soprattutto delle forze che, seppure da diverse postazioni si ritrovano ad amministrare il paese.

Nel Comune di Santa Caterina dello Ionio, alcuni soggetti, invece, si esercitano quotidianamente in un’azione pregiudiziale e pretestuosa che impegna in maniera abnorme i pochi dipendenti a fare le fotocopie degli atti richiesti, a scapito di un lavoro positivo e concreto per portare avanti le attività nell’interesse di tutta la cittadinanza.

Noi vogliamo bene ed amiamo il nostro Comune che si estende dalla montagna, molto estesa, al mare dove si registra una forte espansione della Marina.

In mezzo, un bellissimo borgo carico di storia e beni culturali di intensa e significativa bellezza, motivo, inoltre, di attrazione turistica.

Stiamo portando avanti le nostre idee programmatiche in maniera trasparente ed efficace, nonostante le pochissime unità lavorative a disposizione.

Qualche giorno fa la Regione Calabria ha provveduto a sospendere con decorrenza 06.11.2020 i percettori di mobilità in deroga che prestavano servizio all’esterno e che davano una mano d’aiuto per effettuare tutta una serie di piccoli interventi di manutenzione e pulizia necessari in un Comune.

Adesso non rimane che avvalersi di ditte esterne con costi sicuramente maggiori per le casse comunali.

Intendiamo, quindi, realizzare il programma elettorale che i cittadini hanno premiato nella tornata amministrativa, mossi da sentimenti quali la sincerità, la correttezza e la legalità che noi consideriamo un’assoluta priorità e il tratto caratterizzante della nostra azione.

A garanzia di maggiore trasparenza e legalità abbiamo chiesto alla Prefettura di Catanzaro, l’adesione al “Protocollo di legalità”, ritenuto opportuno per tutte le procedure di gara per l’affidamento dei lavori pubblici e dei servizi oggetto della programmazione.

Nonostante tutte le difficoltà in cui stiamo vivendo il lavoro degli amministratori, nei tempi che viviamo, diventa una vera e propria missione fatta di sacrifici, sofferenze e rinunce: un lavoro portato avanti per l’amore e la passione che abbiamo per la nostra comunità.

Francesco Severino, sindaco di Santa Caterina dello Ionio 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.