Stampa Stampa
52

SMACCO A CLAN VIBONESI, GRATTERI: «PIÙ IMPORTANTE OPERAZIONE DOPO MAXI PROCESO»


“Abbiamo disarticolato completamente le cosche della provincia di Vibo”

di REDAZIONE 

CATANZARO –  19 DICEMBRE 2019 – “E’ la più grande operazione dopo il maxi processo di Palermo”.

Così il procuratore di Catanzaro Nicola Gratteri sintetizza l’operazione che ha portato a 334 arresti tra i quali politici, avvocati, commercialisti e massoni.

“Abbiamo disarticolato completamente le cosche della provincia di Vibo – ha aggiunto – ma ha interessato tutte le regioni d’Italia, dalle Alpi alla Sicilia. Nell’ordinanza ci sono 250 pagine di capi di imputazione.

E’ stato un grande lavoro di squadra fatto dai carabinieri del Ros centrale, di quello di Catanzaro, e del Comando provinciale di Vibo Valentia.

Alla fase esecutiva dell’operazione hanno preso parte circa 3000 militari con tutte le specialità, dal Gis al Tuscania ai Cacciatori, tutte le sezioni Ros d’Italia e tutti i carabinieri della Calabria”.

Gratteri, inoltre, ha reso noto che alcune delle persone coinvolte nell’operazione “Rinascita-Scott” sapevano del blitz contro la ‘ndrangheta che pertanto è stato anticipato di 24 ore.

“Alcuni indagati, in particolare alcuni boss – ha detto Gratteri – sapevano che l’operazione sarebbe scattata domani, quindi abbiamo dovuto anticipare di 24 ore il blitz e questo ha comportato un serio problema, perché non è facile spostare 3.000 carabinieri”.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.