Stampa Stampa
159

SINERGIA TRA ISTITUZIONI, L PARROCO DI AMARONI INCONTRA IL CAPITANO DEI CARABINIERI DI GIRIFALCO


Don Roberto Corapi: “Lavoreremo in sinergia, facendo rete per una nuova civiltà dell’amore”

di Franco POLITO

AMARONI (CZ) –  22 OTTOBRE 2021 –  Incontro di cortesia tra due istituzioni che hanno come obiettivo il bene comune, la collaborazione e la sinergia in vista dell’educazione delle coscienze

è quello avvenuto tra don Roberto Corapi, parroco ad Amaroni, da poco più di un anno addietro, e il neo capitano della Compagnia dei carabinieri di Girifalco, insediatosi qualche mese fa, Pasquale Cuzzola.

Nel corso dell’incontro, avvenuto presso la chiesa Santa Barbara in Amaroni, è stato sottolineato la necessità di incidere in modo particolare sulle coscienze dei più piccoli.

Don Roberto, tra l’altro socio dell’Associazione Nazionale Carabinieri, ha espresso parole di benvenuto al nuovo capitano, illustrando la sua pastorale in uscita, la pastorale di strada.

«Perché per strada – ha insistito il sacerdote –  incontri ogni tipo di uomo, che lavora, che spera, che soffre, che prega»

Il giovane parroco ha presentato la comunità di Amaroni definendola «una perla preziosa, in cui le persone sono dolci come il miele che vi si produce».

Don Roberto ha parlato di «gente che lavora, che ama, accogliente e buona che vuol bene alle istituzioni».

Il capitano Cuzzola, dal canto sua, ha espresso contentezza per il giovane religioso  parlando di «sacerdote dimostratosi molto attento alla premura in mezzo alla gente e per la gente» e definendo la Chiesa «agenzia educativa molto importante».

L’ufficiale ha ringraziato don Roberto «perché con il suo volto pieno di gioia contagiosa sa avvicinare le anime a Dio».

Dopo una lunga  chiacchierata, a cui hanno preso anche il tenente carbone e ad altri ufficiali dell’Arma , don Roberto ha fatto dono di una sua pubblicazione sulle tradizioni, vera ricchezza della chiesa e della comunità.

Poi la visita a Casa Maria, all’asilo parrocchiale , alla casa canonica (strutture decisive per l’evangelizzazione e la catechesi) e allo sportello “Ascolto e Servizio”, istituito pochi giorni fa dal parroco, ma che già sta producendo ottimi risultati.

E’ attivo ogni martedì pomeriggio.

«Oggi – ha concluso don Roberto – nella comunità di Amaroni si è scritta una bella pagina di Vangelo . Anche con i Carabinieri, come avvenuto con le altre istituzioni, intendo creare un ponte di congiunzione per sradicare dalla radice l’erbaccia che deturpa il giardino di Dio educando fin da piccoli le coscienze al bene comune e al senso civico».

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.