Stampa Stampa
23

SIMERI CRICHI (CZ) – Gestivano rifiuti speciali, denunciate due persone


Il materiale sequestrato

Il materiale sequestrato

Materiale pericoloso smaltito senza alcuna autorizzazione

Articolo e foto di Gianni ROMANO

SIMERI CRICHI (CZ) – 16 APRILE 2015 – Nel corso dei servizi finalizzati anche all’attuazione del programma straordinario denominato “Focus ndrangheta”, il personale del comando stazione forestale di Taverna ha proceduto al sequestro di un’area utilizzata per lo smaltimento di ingenti quantità di rifiuti da parte di una impresa operante anche nel settore urbanistico ed edilizio.

In particolare, il personale del Corpo forestale ha individuato all’interno di un’area, completamente recintata, nel comune di Simeri Crichi in loc. Ceraso, dei rifiuti speciali e dei rifiuti pericolosi provenienti da attività edilizie, distribuiti su una vasta superficie estesa circa 500 metri quadri.

La tipologia di rifiuti rilevata, estremamente variegata rientra sia tra i rifiuti urbani e ingombranti provenienti da uso domestico e giardinaggio, sia tra quelli speciali, pericolosi e non, e provenienti da attività edilizia con presenza anche di lastre di eternit, calcinacci, pezzi di cemento armato con ferro, mattoni, piastrelle ed altro, tali da configurare oltre all’ipotesi di illecita gestione di rifiuti non autorizzata, anche l’illecita miscelazione dei rifiuti stessi, nonché la violazione delle norme in materia paesaggistico-ambientale, essendo stato interessato anche territorio coperto da bosco.

Sono stati eseguiti i rilievi, i riscontri documentali e gli accertamenti di rito, e si è proceduto al sequestro dell’area e dei rifiuti.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.