Stampa Stampa
302

SILENZIO, DOLORE, INCREDULITÀ PER L’ULTIMO SALUTO A LOREDANA SCALONE


Celebrati i funerali della donna uccisa sulla scogliera di Pietragrande. Mons. Bertolone: “Serve un esame di coscienza”. Il dolore di due comunità. Le lacrime delle donne con un rosso sul petto

di Salvatore CONDITO

STALETTÌ (CZ) –  2 DICEMBRE 2020 – “Perdonaci signore di fronte  alla violenza e oppressione,  tutti dobbiamo farci un esame di coscienza per capire che sbaglia chi non cambia”, queste le parole forti  espresse da Mons Vincenzo Bertolone Arcivescovo della Diocesi di Catanzaro Squillace davanti alla salma di Loredana Scalone.

Silenzio, dolore, incredulità, questi i sentimenti che si respirava nella parrocchia santa Maria assunta per l’ultimo saluto a Loredana Scalone barbaramente uccisa e abbandonata sugli scogli di Pietragrande per mano di un uomo.

Un funerale che ha raccolto due comunità Girifalco dove Loredana era nata e Stalettì dove viveva con una figlia e nipotino, tante le donne presenti tutte con un fiocco rosso al petto segno voluto dalle donne dell’associazione “ Laboratorio della Solidarietà”.

Presenti i Sindaci di Staletti (Alfonso Mercurio) Girifalco (Pietro Antonio Cristofaro) Montauro (Giancarlo Cerullo) con le rispettive fasce e vigili urbani; tanta la commozione ma incredulità per una giovane vita spezzata agli affetti della famiglia dei tanti amici.

Loredana Scalone era molto amata si capisce dalle lacrime di tanti visi tante donne silenziose ma presenti per stringersi intorno alla bara; una cerimonia funebre che ha registrato la presenza di numerosi sacerdoti oltre al parroco don Rosario Greto.

Un’omelia quella di Mons. Vincenzo Bertolone che evidenzia la fragilità umana, la confusione, il senso di oppressione che spesso tante donne vivono nel silenzio, lo stesso ha rilevato che non dobbiamo inquinare la mente ma diventare padrone dei nostri sentimenti attraverso educazione che deve nascere nelle famiglie.

Parole di affetto da parte del Sindaco di Stalettì Alfonso Mercurio che ha ricordato Loredana, una donna semplice buona sempre sorridente, ma purtroppo strappata alla vita dalla follia di un uomo; poi un messaggio inviato da parte dell’Assessore ai Servizi Sociali di Girifalco Elisabetta Sestito che ha rilevato come la violenza sulle donne sia una sconfitta per tutti.

Un ricordo anche da parte dello zio Nando Cosco, un suo messaggio letto da un famigliare che ha evidenziato come Loredana Scalone era una donna che con il suo sorriso ascolto era sempre presente a capire i bisogni della famiglia.

La benedizione da parte dell’Arcivescovo Mons. e Vincenzo Bertolone ha terminato il rito, poi tutti al piccolo cimitero per un ultimo ricordo un addio.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.