Stampa Stampa
39

SERRA SAN BRUNO (VV) – MOBILITAZIONE POPOLARE PER LA VIABILITÀ, UNA GIORNATA DI FORTE IMPEGNO CIVILE E DI PARTECIPAZIONE DEMOCRATICA


Sbloccati numerosi interventi per le aree interne

 di REDAZIONE

 SERRA SAN BRUNO (VV) – 18 GIUGNO 2017 –  Tre parlamentari della Repubblica (Dalila Nesci e Paolo Parentela del Movimento 5 Stelle, Bruno Censore del Pd), decine di sindaci e consiglieri comunali, da Davoli a Fabrizia, da Chiaravalle a Capistrano, da Cenadi a Mongiana. E poi ancora rappresentanze numerose di comitati, associazioni, movimenti.

 Dallo Jonio al Tirreno, sabato 17 giugno sono state tantissime le presenze nel centro storico di Serra San Bruno, nel giorno della mobilitazione popolare unitaria proclamata per rivendicare interventi immediati sulla viabilità disastrata nelle aree interne. Una manifestazione concreta, che ha già portato a casa risultati importanti. L’iniziativa si è, infatti, aperta nel tardo pomeriggio, presso la sede municipale, con una spontanea e non prevista tavola rotonda tra tutte le autorità politiche presenti, allargata agli organizzatori della manifestazione.

 Il sindaco di Serra, Luigi Tassone, ha illustrato tutta una serie di interventi e finanziamenti già pronti per essere varati in breve tempo su tutti i comuni dell’entroterra: bitumazione di strade, messa in sicurezza della ex 110, riapertura della Vazzano-Vallelonga, riappalto dei lotti di Trasversale delle Serre in fase di completamento. Sempre Tassone ha anche preannunciato un incontro pubblico per i primi giorni di luglio con il governatore Mario Oliverio e la dirigenza regionale di Anas per mettere a fuoco l’insieme delle problematiche relative alle infrastrutture lungo l’asse Soverato-Vibo Valentia.

 

Risultati che i promotori della giornata di mobilitazione hanno incassato positivamente, pur nella convinzione che “non bisogna accontentarsi”. “Non molleremo la presa fino a quando tutte le nostre richieste non verranno esaudite” hanno ribadito, in particolare, Francesco Pungitore e Fioravante Schiavello, recependo il pieno sostegno dei deputati pentastellati Nesci e Parentela.

 L’on. Censore, dal canto suo, ha rimarcato il massimo impegno profuso per il territorio e i risultati ottenuti “frutto di una presenza costante, incisiva e fattiva”. La manifestazione si è poi spostata per le vie del centro storico, tra stand, musica e spettacoli “per mettere in evidenza le potenzialità positive delle bellissime aree interne, da riportare al centro di una seria politica di sviluppo”.

 Dal palco di Radio Serra 98, allestito in piazza Monumento, si sono susseguiti numerosi interventi moderati e introdotti da Francesco Pungitore e Antonio Zaffino: Alfredo Barillari, Andrea Pisani, Maria Gualtieri, Luigi Calabretta e tanti altri che hanno evidenziato l’importanza di una giornata memorabile per tutto il territorio delle Serre e delle Preserre, fino alle due coste, la jonica e la tirrenica.

 Una giornata di forte impegno civile e di partecipazione democratica che vuole essere solo “l’inizio di un percorso di riscatto fondato sulla unitarietà degli intenti, la capacità di sinergia tra cittadini e istituzioni, nella difesa di interessi collettivi di base che non possono più attendere oltre nel tempo”. Una manifestazione, dunque, più che positiva per i risultati ottenuti e per le premesse che lascia presagire per il futuro.

 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.