Stampa Stampa
6

SERIE B: COSENZA OK, CROTONE PARI


Lupi vittoriosi 2 -0 al “Marulla” contro il Cittadella. Pitagorici fermati sull’1 -1 allo Scida dal Livorno

di REDAZIONE 

PRESERRE (CZ) –  4 FEBBRAIO 2019 – COSENZA-CITTADELLA: Primo tempo equilibrato al San Vito Marulla.

La partita si sblocca al 3’ del secondo tempo. Il Cittadella perde una rovinosa palla in difesa. Ne approfitta Sciaudone che serve di tacco Tutino e si butta nello spazio, l’ex Napoli chiude l’uno-due e il calciatore arrivato a gennaio dal Novara insacca con un gelido scavetto. I calabresi non si fermano e al 65’ raddoppiano.

Baez parte come un treno in contropiede, resiste alla carica di un difensore prima e del portiere poi; l’attaccante rossoblù serve Tutino che a porta spalancata non può sbagliare il suo sesto gol in campionato.

La squadra di Braglia resiste agli attacchi del Cittadella e porta a casa il sesto risultato utile consecutivo.

CROTONE –  LIVORNO: Dopo la convincente vittoria contro il Foggia, il Crotone non riesce a darsi continuità e pareggia 1-1 al lo Scida contro il Livorno. Dopo soli 5 minuti, i labronici passano in vantaggio sui padroni di casa: Diamanti lascia partire un traversone tagliato in area, Giannetti non trova il pallone e manda fuori tempo Spolli, che cadendo tocca involontariamente la sfera e beffa Cordaz.

Al 18′, dopo una fase di gioco spezzettato da tanti falli, il crotone va vicino al pareggio: Firenze affonda sulla sinistra e lascia partire un traversone preciso sulla testa di Simy, che incorna a botta sicura e colpisce Bogdan. L’insistenza in fase offensiva dei pitagorici viene premiata al 30′: in una mischia nell’area di rigore amaranto, Bogdan rinvia sulla schiena di Di Gennaro, la palla arriva a Simy che con il piattone infila Mazzoni.

Il Livorno è in difficoltà, chiuso com’è nella propria area dai rossoblu, ma nel finale del primo tempo Diamanti converge verso il centro ed esplode un gran mancino a giro, che si spegne di pochissimo a lato rispetto alla porta di Cordaz.

La ripresa è connotata da una girandola di cambi, ma soprattutto da un ritmo che si abbassa sempre di più, se siesclude l’occasionissima capitata a Machach, che sivede negare il gol da un provvidenziale Mazzoni: al triplice fischio Stroppa Breda festeggiano un punto.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.