Stampa Stampa
12

SENTENZA TAR, SPIRLÌ: “C’E’ STATO NEGATO IL DIRITTO DI RIPARTIRE”


Il vicepresidente della giunta regionale: “Non abbiamo chiesto elemosina”

di REDAZIONE

PRESERRE (CZ) – 10 MAGGIO 2020 – “La decisione del TAR, di cui prendiamo atto, non incoraggia la ripartenza e la volontà di rinascere della Calabria.

La Gente di Calabria ha saputo contenere la virulenza di una pandemia che sta mettendo in ginocchio l’economia mondiale: la nostra regione appartiene a quei territori che sono riusciti a non soccombere.

Dignitosamente, non abbiamo chiesto elemosine, ma il riconoscimento del diritto di poter decidere come iniziare a rimetterci in attività. Diritto che, al momento, sembra non poterci appartenere.

A volte, alzare la testa pare essere una pretesa, piuttosto che una virtù”.

Così Nino Spirlì, vicepresidente della Giunta regionale della Calabria.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.