Stampa Stampa
57

SEGNALI DI ACCOGLIENZA E INTEGRAZIONE, GASPERINA STA CON LO “IUS SOLI” (AGGIORNATO)


Comune conferisce simbolicamente alle piccole Mery Rous e Maria Luna la cittadinanza onoraria

di Gianni ROMANO

GASPERINA (CZ) –  6 DICEMBRE 2019 –  Il 20 novembre, Giornata internazionale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, il Comune di Gasperina ha aderito all’iniziativa lanciata dall’UNICEF illuminando il palazzo di città di blu in occasione dei trent’anni della Convenzione dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza.

L’occasione è servita anche per conferire la cittadinanza onoraria simbolica a due bambine nate in Italia da genitori stranieri e residenti a Gasperina.

«Nel 2013 – dice il sindaco Gregorio Gallello – il Consiglio comunale di Gasperina ha approvato lo ius soli da conferire simbolicamente ogni anno nella giornata dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza».

 È successo già nel 2014 e, quest’anno, il conferimento ha riguardato la piccola Mery Rouss, nata il 7 giugno 2018, e la piccola Maria Luna, nata il 9 agosto 2019.

«La tematica dello ius soli, – continua il sindaco – o in maniera più temperata dello ius culturae, è divenuta sempre più urgente. Una democrazia forte come quella italiana non può per paura delimitare il recinto dei diritti; serve a tutti estendere diritti e, nel medesimo tempo, doveri.

L’azione dell’amministrazione di Gasperina vuole fungere da pungolo per una tematica che deve riguardare scelte portate aventi dalla politica nazionale.

Ai genitori delle due bimbe, oltre ad una pergamena a ricordo della cittadinanza onoraria simbolica, è stata consegnata una copia della Costituzione italiana.

«La nostra Carta costituzionale – conclude il sindaco – è un incoraggiamento costante ad essere comunità; è il veicolo migliore per superare alcune aride azioni che molto spesso la politica attuale pone come motivo dominante”.

L’individuo, prima che il cittadino, viene messo al centro. I nostri padri costituenti hanno saputo dare un indirizzo serio; noi dovremmo solo recepirlo».

 LA NOTIZIA  –  

di Franco POLITO

GASPERINA (CZ) –  23 NOVEMBRE 2019 –  Si chiamano Mery Rous e Maria Luna.

Sono due bimbe nate sul territorio italiano da immigrati residenti a Gasperina.

Ma sono anche due piccole bimbe a cui il Comune ha deciso di conferire simbolicamente la cittadinanza onoraria.

Un segnale che diventa nitidi messaggi di integrazione – accoglienza in occasione della Giornata Internazionale dei Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza.

Nella sala consiliare, con i genitori delle due neonate, ci sono il sindaco Gregorio Gallello, il vice sindaco e assessore con delega ai servizi sociali, politiche sanitarie, lavoro e formazione professionale Ida campo e altri componenti della maggioranza. 

Emozioni e lacrime scandiscono la “cerimonia”, fatta di semplicità ma intrisa di notevole pathos. Non mancano lo spumante e i dolci, giusto contorno all’evento. 

In un periodo di imperante odio razziale, Gasperina lancia un chiaro messaggio e dice sì allo “ius soli”.

Che, giova ricordarlo, è il diritto di richiedere la cittadinanza entro un anno dal raggiungimento della maggiore età in capo a chi è nato in Italia da genitori stranieri a condizione che di essere stato residente in Italia legalmente e senza interruzioni dalla nascita. 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.