Stampa Stampa
5

SCOLACIUM E CAPO COLONNA, NEI PARCHI LA STORIA ANTICA DI CALABRIA


Viaggio multimediale e non fra i resti dell’antico splendore nostrano

di Ida Bini (ANSA) 

BORGIA (CZ) –  14 MARZO 2020 –   Realtà aumentata, video, proiezioni e ricostruzioni in 3D fanno rivivere la storia antica di Borgia, cittadina a pochi chilometri da Catanzaro.

Qui, interessanti ritrovamenti archeologici hanno dato vita a un parco multimediale di oltre 30 ettari, in gran parte occupati da un uliveto plurisecolare; da lì si entra nella storia dell’antica colonia greca di Skylletion, che i romani chiamarono Scolacium.

Il parco archeologico, dotato di strumenti interattivi e monitor touch screen che accompagnano nella visita, ospita statue, ceramiche e reperti antichi, ma anche le ricostruzioni virtuali del Foro e del Teatro d’epoca greco-romana e le opere di sculture contemporanee che unendosi a quelle antiche danno luogo a un sito artistico unico nel suo genere.

All’ingresso del Parco si è accolti dall’imponente Roccelletta di Borgia, una basilica normanna dedicata a santa Maria della Roccella che splende con i suoi diversi stili architettonici, dal romanico al bizantino e all’arabo.

All’interno del Parco il museo archeologico, dotato di supporti interattivi, espone reperti del mondo antico nelle sue 11 sale che vanno dalla preistoria all’età bizantina, passando per il fortunato periodo greco e la fondazione della colonia romana con il foro, il teatro e le necropoli abbellite da un alto numero di sculture in marmo e in bronzo.

Durante tutto l’anno il Parco ospita mostre temporanee d’arte contemporanea, concerti, festival e spettacoli oltre a custodire il museo del frantoio, una sala per conferenze, i depositi archeologici e le aule per la didattica.

Per visitare il Parco e il Museo, aperti tutti i giorni tranne il lunedì, è bene scaricare l’app dal sito www.scolacium.com che consente di visitare l’area con tutte le informazioni necessarie e gli approfondimenti sulla storia archeologica.

 Alle 11 dell’8 marzo si è svolta  una visita speciale, dedicata al mondo femminile: “Storie di donne dall’antichità”, un viaggio attraverso gli oggetti e i reperti presenti nel Museo.

Nei dintorni chi ama la storia antica ha solo l’imbarazzo della scelta per la presenza di un alto numero di villaggi e di siti archeologici che regalano visite interessanti.

Ma c’è un luogo, più degli altri, che merita una sosta: il parco archeologico di Capo Colonna, a una settantina di chilometri da Borgia.

Il parco si estende per 30 mila metri quadrati e comprende edifici sacri mentre l’attiguo museo archeologico custodisce reperti di età greca e romana rinvenuti sul promontorio di Capo Colonna e nei fondali dell’attigua Scifo.

Non lontano sorgono la cinquecentesca torre Nao e il santuario della Madonna Greca, importante meta di pellegrinaggi.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.