Stampa Stampa
44

SATRIANO, CORTE D’APPELLO DICHIARA DECADUTO IL SINDACO BATTAGLIA (AGGIORNATO)


Per essere parte in causa in alcuni contenziosi con l’ente che guida. Sentenza esecutiva ma non definitiva, le redini del comune al vicesindaco  – AGGIORNAMENTO DELLE ORE 11:51

di REDAZIONE 

SATRIANO (CZ) –  10 LUGLIO 2019 – Da oggi Aldo Battaglia non è più il sindaco di Satriano. La Corte d’Appello di Catanzaro ha sentenziato la sua decadenza, immediatamente esecutiva, su ricorso “ispirato” dall’opposizione in consiglio comunale.

Una vicenda che si trascina da oltre un anno. I giudici d’appello hanno accolto la tesi dei ricorrenti secondo cui esisterebbe una situazione di incompatibilità tra il ruolo di sindaco rivestito da Battaglia e un contenzioso pendente che lo stesso ha in essere con l’ente.

In termini pratici, adesso l’amministrazione comunale sarà guidata dal vicesindaco Vittoria Corasaniti cui spetterà l’onere di verificare la sussistenza dei numeri in aula per andare avanti fino a prossime elezioni. In caso contrario, verrà nominato un commissario prefettizio, in carica almeno fino a giugno prossimo, ovvero fino alla prima data utile per rinnovare il consiglio comunale.

C’è da dire che la sentenza è esecutiva ma non definitiva perché Aldo Battaglia ha di fronte a sé la possibilità di un terzo grado di giudizio. E il sindaco decaduto ha già dichiarato di non volerla dare per vinta ai suoi avversari politici.  

LA NOTIZIA

PRESERRE (CZ) –  10 LUGLIO 2019 – In attesa dell’eventuale ricorso in Cassazione e delle decisioni che matureranno in quella sede c’è il verdetto della Corte di Appello di Catanzaro. 

I giudici del capoluogo hanno dichiarato decaduto il sindaco di Satriano, in provincia di Catanzaro, Teodoro Aldo Battaglia.

Confermando la decisione di primo grado del Tribunale di Catanzaro del novembre 2018, la Corte d’Appello ha rilevato la sua incompatibilità alla carica di sindaco per essere parte in causa in alcuni contenziosi con l’ente che guida.

La vicenda prese spunto, nel luglio 2018, dal ricorso del Comitato popolare “Articolo 70” a firma di Alessandro 

La vicenda prese spunto, nel luglio 2018, dal ricorso del Comitato popolare “Articolo 70” a firma di Alessandro Catalano, già candidato a sindaco, e altri 39 elettori satrianesi.

I ricorrenti chiedevano la dichiarazione di incompatibilità in quanto pendenti due giudizi civili nei quali Battaglia è chiamato a rispondere come convenuto, in uno in via diretta e nell’altro in rivalsa.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.