Stampa Stampa
9

SANTO GIOFFRÈ OSPITE A “LIBER@ESTATE”


Presentato il suo romanzo storico – sociale “L’opera degli ulivi”

Articolo e foto di Gianni ROMANO 

PRESERRE (CZ) –  17 LUGLIO 2019 –  Ci fu, un tempo, un mondo tremendo che seppe essere meraviglioso. Un mondo in cui il riscatto per molti giovani passava attraverso lo studio, per mezzo di una laurea da conseguire in università animate dai fermenti politici studenteschi.

 C’era anche un mondo in cui gli ulivi, oltre a produrre i frutti necessari per un olio extravergine di prima qualità, erano testimoni, silenziosi e tragici, di un’opera, fatta di barbarie antiche, che serviva a regolare una società in cui la famiglia aveva le sue regole, contava solo l’onore, non c’era posto per i sentimenti e la pietà.

Nel nuovo romanzo storico-sociale del dottore Santo GioffrèL’opera degli ulivi, questi due mondi si intrecciano e danno vita ad una storia che coinvolge il lettore sin dal prologo e lo tiene con il batticuore fino all’ultimo rigo.

Con una scrittura che sa essere fredda e asciutta nel descrivere le azioni militari ‘ndranghetiste, appassionata per le lotte politiche studentesche e dotata di un delicato lirismo quando è l’amore che cerca prepotentemente di farsi via salvifica alternativa ad una strada che porta alla violenza e alla morte.

Alla fine degli anni ’70 Enzo Capoferro viene mandato dal padre, dal paese aspromontano in cui risiede, a Messina per studiare Medicina. L’ateneo siciliano ‘ribolliva per le lotte politiche e per la violenza di matrice ‘ndranghetista che ormai da anni, in commistione con l’eversione di estrema destra, controllava tutte le attività legate al mondo universitario’. Il giovane, militante politico di sinistra, diviene presto il leader della protesta e della lotta di quella parte politica. Conosce Giulia e ne nasce una bellissima storia d’amore.

Lei lo sostiene in tutte le lotte. Quando Enzo, a causa di una compromissione ancestrale, avuta per diritto di nascita, per obbligo di discendenza, viene risucchiato nella faida di ‘ndrangheta che vede protagonista la sua famiglia, nel suo paese, Giulia rimane per lui l’unica speranza di vita. Credeva che le sue convinzioni non ammettessero alcun cedimento e invece si ritrova a combattere per vendetta. Alla fine sarà liberato dalla mala vivenza, ma sarà Giulia ad aiutarlo?

Questo e tanto altro nel nuovo romanzo del dottore Santo Gioffrè, intellettuale calabrese, autore di numerose pubblicazioni di successo, tra le quali ricordiamo ‘Artemisia Sanchez‘ , dalla quale la RAI ha tratto una fiction televisiva. 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.