Stampa Stampa
12

SANT’ANNA HOSPITAL, VIA LIBERA DEL CONSIGLIO COMUNALE DI CATANZARO AD ATTO INDIRIZZO


L’obiettivo è impegnare il governo a individuare ogni soluzione utile a salvaguardare i livelli occupazionali e i servizi erogati

di REDAZIONE

CATANZARO –  12 GENNAIO 2021 –  La grave crisi attraversata dal Sant’Anna hospital è stata il fulcro della riunione del Consiglio comunale presieduto da Marco Polimeni: sulla vertenza, è stato approvato all’unanimità un atto di indirizzo inviato al presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte e al ministro della Salute Roberto Speranza.

L’obiettivo è impegnare il governo a individuare ogni soluzione utile a salvaguardare i livelli occupazionali e i servizi erogati dalla struttura sanitaria d’eccellenza nel settore della Cardiochirurgia.

In apertura dei lavori, l’aula ha osservato un minuto di silenzio in memoria di Pietro Putame, ex consigliere provinciale ed ex sindaco di San Pietro a Maida, scomparso in mattinata, e del medico cosentino che si è tolto la vita nella notte fra venerdì e sabato.

Il Consiglio ha proceduto alla surroga del consigliere comunale Antonio “Jonny” Corsi a seguito delle dimissioni di Tommaso Brutto. La pratica è stata relazionata dall’assessore Alessandra Lobello.

Subito dopo il presidente Marco Polimeni ha letto la risoluzione, firmata da tutti i capigruppo, sulla crisi del Sant’Anna Hospital.

Nel dibattito che ne è seguito sono intervenuti i consiglieri Sergio Costanzo, Riccio, Praticò, Pisano, Filippo Mancuso, Mottola di Amato, Gallo, Ursino, Costa, Consolante, Sestito e Merante.

Comunicazioni ufficiali sono state rilasciate dal presidente del cda del Sant’Anna Gianni Parisi, intervenuto su invito del presidente Polimeni, mentre le conclusioni sono state affidate al sindaco Sergio Abramo. La risoluzione è passata all’unanimità.

Dopo una momentanea interruzione richiesta dal gruppo Forza Italia, l’aula ha ripreso a dibattere con le comunicazioni del presidente e con l’intervento del consigliere Corsi, che ha annunciato la sua adesione al gruppo misto.

Nel corso dell’esame sul terzo punto inserito all’ordine del giorno – la votazione sulla nomina del presidente dell’organo di revisione economica-finanziaria – è mancato il numero legale a seguito dell’appello della segretaria generale Vincenzina Sica.

La seduta, pertanto, è stata dichiarata sciolta dal presidente Polimeni. 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.