Stampa Stampa
103

SANT’ANDREA APOSTOLO DELLO JONIO (CZ) – SUCCESSO PER IL XV RADUNO INTERNAZIONALE DI CANTI NATALIZI


Manifestazione organizzata dall’Associazione Culturale Schola Cantorum Officium in partnership con Video Calabria ed in collaborazione con l’amministrazione comunale, la Occ e la Feniarco

 di Gianni ROMANO

 SANT’ANDREA APOSTOLO DELLO JONIO (CZ) – 6 GENNAIO 2016 –  La rassegna musicale si è svolta mercoledì 30 dicembre scorso a S. Andrea Apostolo dello Jonio, presso la Chiesa del Sacro Cuore vestita per l’occasione da studio televisivo, ed ha visto alternarsi la Schola Cantorum Officium accompagnata dal vivo dalla Music School Orchestra, entrambe con sede a S. Andrea Jonio, dirette dal M° Christian Cosentino.

 A proporre le canzoni più belle del natale, gli allievi di canto della Music School di S. Andrea Jonio, vincitori di diversi festival e concorsi nazionali ed internazionali, come Laura delli Veneri, Martina Marino, Francesca Scicchitano, Lorenzo Femia, Mirko Correale, Caterina Talotta, Ilenia Mazzà e Giovanni Khalifa, insieme ad altri allievi che hanno calcato anche palcoscenici televisivi importanti, quali Anastasia Franco da TI LASCIO UNA CANZONE. Ognuno ha proposto un brano natalizio famoso, da quelli popolari e tradizionali a quelli del natale americano, mettendo in mostra tutte le proprie doti tecniche ed interpretative e riuscendo a creare quella atmosfera magica che solo la musica del natale riesce a regalare.

 Ciliegina sulla torta, con una performance di altissimo livello che ha fatto rimanere estasiato il pubblico presente, le gemelle CHIARA E MARTINA SCARPARI, ospiti d’onore della serata, in uscita con il loro primo album dal titolo “UNA STORIA IMPORTANTE”, prodotto dal maestro Vince Tempera e dal maestro Christian Cosentino, in vendita in tutti gli store musicali, centri commerciali, aree di servizio e le edicole, dopo il successo televisivo su RAI 1 a Ti Lascio Una Canzone e soprattutto dopo l’esperienza all’EUROVISION JUNIOR SONG CONTEST, svoltosi a Sofia in Bulgaria lo scorso 21 novembre, in rappresentanza dell’Italia.

 Conduttore della serata, l’eclettico Domenico Milani, che ha esaltato il lavoro musicale proposto in scaletta dagli artisti in scena, coinvolgendo il pubblico presente in un crescendo di emozioni, sino al gran finale con le gemelle Scarpari. Direttore Artistico dell’evento, nonché maestro concertatore, Christian Cosentino, da anni impegnato con la musica corale e vocale, con diversi risultati raggiunti sia in Italia che all’estero, e reduce anch’egli dall’esperienza maturata in qualità di Vocal Coach della RAI nell’ultimo Eurovision Song Contest Junior.  L’evento è stato registrato e mandato in onda, domenica 3 gennaio scorso, a livello interregionale e in streaming in tutto il mondo su VIDEO CALABRIA, televisione partner.

 Gremita in ogni ordine di posto, la Chiesa del Sacro Cuore è stata la cornice ideale della rassegna. Un modo alternativo per fare turismo e cultura attraverso la musica, per un piccolo borgo come S. Andrea Jonio che da anni oramai si fregia del lavoro e dei risultati messi in campo dalle attività artistiche del maestro Christian Cosentino, che qui ha la sua base logistica.

Tantissima infatti la gente arrivata da ogni angolo della Calabria, da Catanzaro a Lamezia, da Reggio Calabria a Vibo Valentia, parenti, amici e conoscenti dei musicisti e degli artisti protagonisti del concerto o, più semplicemente, amanti della musica e habitué della rassegna, giunti a S. Andrea per assistere a questa manifestazione che si rinnova da 15 anni, grazie all’impegno costante di un gruppo di amanti del canto corale, ma soprattutto grazie al sacrificio ed alla disponibilità del M° Christian Cosentino, Direttore Artistico della manifestazione e maestro concertatore, il quale mette in campo a titolo completamente gratuito la sua professionalità per questo evento da lui ideato e portato avanti con costante dedizione.

 Il risultato è ancora più soddisfacente e gratificante poiché giunge solo grazie alla disponibilità ed al sacrificio dei protagonisti di questa rassegna, i quali, attraverso il loro impegno, sono riusciti ad ovviare alla mancanza di attenzione da parte degli enti pubblici che non hanno patrocinato e cofinanziato l’evento.

 Il M° Cosentino ha voluto mettere in vetrina, in questa 15^ edizione del Raduno di Canti Natalizi, giovani cantanti e musicisti calabresi, artisti che hanno calcato palcoscenici importanti non solo in Italia ma anche all’estero, evidenziando ancora una volta la presenza di talenti in grado di dare lustro ad una terra che troppe volte è protagonista delle ribalte televisive nazionali solo per fatti di cronaca.

 In Calabria ci sono tanti eventi che ricevono cifre elevate di contributi pubblici, con il FUC della Regione Calabria e i fondi per gli “Eventi Storicizzati”, ma che sono dei veri e propri circuiti chiusi che non danno una ribalta mediatica e televisiva nazionale e internazionale al territorio. Tanti soldi spesi male ed inutilmente, delle vere e proprie “miniere d’oro” per manager, agenzie e qualche mezzo nome che viene speso solo per fare del “fumo” e un po’ di rumore, ma che “passato il Santo passata la festa”.

«L’esperienza fatta come Vocal Coach della Rai all’Eurovision Song Contest Junior in Bulgaria, le rassegne corale all’estero e i concorsi internazionali di canto, mi hanno dato una visione molto diversa di quella con cui siamo abituati a confrontarci in Calabria. Non riusciremo mai ad intercettare e far muovere quei “significativi flussi turistici” soprattutto stranieri, previsti e richiesti dai vari bandi della Regione Calabria, se continueremo a pensare solo a vendere del “fumo” per “fare cassa”.»

 Inoltre la partnership con Video Calabria, la TV di riferimento in Calabria, quella, dati alla mano, con gli indici di ascolto più elevati, consente realmente di “fare rete” e mettere in evidenza un prodotto di qualità, a beneficio dei partner pubblici e privati associati e patrocinanti l’evento, degli artisti coinvolti e dei luoghi e territori interessati.

 La politica si accorge che ci sono iniziative ben più valide di quelle finanziate dai vari bandi solo quando deve fare passerella e sfruttare il proscenio fornito da chi ha prodotto risultati televisivi nazionali ed internazionali a vantaggio del territorio. Purtroppo la stessa politica poi, nel momento delle scelte e delle valutazioni, deve rientrare in una logica di clientelismo e di opportunismo politico.

 «Non c’è speranza che le cose possano cambiare ed ecco perché tanti calabresi preparati e validi hanno fatto la scelta di andare via dalla nostra terra. Noi abbiamo fatto la scelta di rimanere qui e di costruire da soli quei ponti che possono servire ai giovani talentuosi per realizzare i propri sogni, contando solo ed esclusivamente sulle nostre forze e sulle nostre capacità.»

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.