Stampa Stampa
43

SANTA BARBARA, SAN LUCA, IMMACOLATA E SANTA LUCIA: AMARONI RESPIRA GIÀ IL NATALE


In attesa del 25 dicembre, comunità festeggia la patrona e rinnova tradizioni religiose particolarmente radicate

di  Salvatore TAVERNITI (Gazzetta del Sud, 5 dic 2020)

AMARONI (CZ) –  6 DICEMBRE 2020 –  Festa solenne, venerdì scorso, ad Amaroni, in onore della patrona della cittadina, Santa Barbara, che protesse, in epoca antica, la gente del luogo da lampi e tuoni e da un terribile temporale che minacciava in maniera distruttiva il paese.

Il 25 novembre scorso ha avuto inizio la novena.

Giovedì scorso sono stati officiati dal sacerdote don Andrea Gasparro i vespri solenni, mentre venerdì, nella chiesa matrice, è stata celebrata la santa messa con panegirico, offerta del cero votivo da parte del sindaco e dell’amministrazione comunale e benedizione della reliquia.

Per le restrizioni dovute all’emergenza sanitaria non si è svolta la tradizionale processione.

Ad Amaroni, la festa solenne in onore di S. Barbara, già dal 1952, si svolge anche alla fine di luglio, per consentire anche agli emigrati e ai turisti di poter prendere parte ai festeggiamenti.

Ma il 4 dicembre, giorno fissato nel calendario liturgico, la comunità amaronese celebra la santa patrona attraverso i vari riti religiosi nel solco della tradizione.

Il parroco don Roberto Corapi ha reso noto anche il programma dei solenni festeggiamenti in onore dell’Immacolata Concezione (8 dicembre) e di Santa Lucia (il 13).

Intanto, giovedì 10 dicembre, data importante per la comunità amaronese, si rinnova la ricorrenza della morte di San Luca di Melicuccà.

Nel calendario liturgico, da qualche anno è stato inserito il nome di San Luca di Melicuccà, il santo che visse e morì proprio ad Amaroni nel 1114.

Per ricordare questa importante figura della Chiesa, la famiglia Devito-Sestito organizza ogni anno la celebrazione di una santa messa.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.