Stampa Stampa
8

SANITÀ, I SOLITI DUBBI


Incontro tra il sindaco Abramo, il commissario Massimo Scura e i vertici dell’ASP del Pugliese Ciaccio. Parla la Nursind (sindacato per le professioni infermieristiche) per voce di Luca Torcasio e Tolomeo Vittoria

Articolo di Gianni ROMANO

CATANZARO – 2 DICEMBRE 2018 –  È stato effettuato, il tanto ricercato incontro tra il Commissario Massimo Scura e i vertici dell’ Azienda Pugliese –  Ciaccio.

Presente all’incontro anche il sindaco, della Città di Catanzaro, Sergio Abramo. Al termine dell’incontro si è giunti alla conclusione che l’ azienda non potrebbe mantenere i LEA, licenziando il personale precario ad oggi in servizio. L’ azienda viene così autorizzata a un rinnovo di 12 mesi e alla trasformazione del contratto da par-time a full-time. La cosa che desta ancora i soliti dubbi è la clausola che l’ azienda ha deciso di inserire nel contratto, ovvero il rinnovo fino all’espletamento del concorso, che sarà svolto da qui a breve.

“Come Nursind, sigla del sindacato per le professioni infermieristiche, non riteniamo opportuno questo compromesso, in quanto si andrebbe a perdere tutto il personale formato da più di tre anni e, non meno importante, la qualità del servizio che l’azienda può offrire ai propri assistiti. Perché rinunciare ad un personale così formato per bandire un concorso di cui si potrebbe fare a meno?”

Al termine di questo ipotetico e, al contempo, angosciante concorso, l’azienda non è tenuta a rinunciare al personale precario, ma secondo Nursind dovrebbe mantenere il personale infermieri e O.S.S.  garantendo così la professionalità maturata fino ad oggi. Viste le numerose assunzioni previste fino al 2020, l’ azienda potrebbe mantenere i suoi precari, fino al raggiungimento dei requisiti necessari alla stabilizzazione e assumere le ulteriori figure mancanti dal concorso.

“Un concorso,continua la nursind, che l’azienda vuole svolgere celermente, nonostante bilanci in rosso e un piano di rientro in atto. Ci aspettiamo che l’ azienda riveda la suddetta clausola e mantenga i precari anche successivamente, perché ad oggi, con l’aumento dei pazienti che  vanno a curarsi fuori regione, non possiamo permetterci di perdere tanto personale formato e specializzato.

“Attendiamo intanto questo rinnovo e una rivalutazione o annullamento delle procedure concorsuali,concludono la segreteria provinciale con Luca Torcasio e la segreteria Nursind del Pugliese-Ciaccio Vittoria Tolomeo.”

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.