- PreSerre e Dintorni - http://www.preserreedintorni.it -

SAN VITO SULLO IONIO (CZ) – UOMO TROVATO MORTO IN CASA, SI SOSPETTA L’USO DEL KAMBO’

Nell’abitazione sarebbero state trovate delle boccette contenenti la sostanza alluconogena derivata da una rana che vive nell’Amazzonia e che potrebbe avere causato la morte dell’uomo. Per solo supposizioni. Le certezze dopo l’autopsia

di Fra. PO. 

SAN VITO SULLO IONIO (CZ) – 13 AGOSTO 2015 – In attesa dei risultati dell’esame autoptico, emergono dei particolari sul decesso di un 43enne, L.S., trovato morto ieri mattina nella sua abitazione di via Garibaldi.

I carabinieri della Compagnia di Soverato, quelli della stazione cittadina e il personale del 118 intervenuti dopo l’allarme pensano a un decesso per cause naturali dovuto probabilmente a un malore. L’uomo, infatti, si sarebbe accasciato sulle scale.

Da quanto appreso, però, sembra che nell’abitazione dell’uomo siano state ritrovate dei contenitori con dentro del kambò, una sostanza derivata dalla pelle di una particolare rana, la “phillomedusa bycolor”, che vive solo nell’area nord-occidentale dell’Amazzonia. Il ritrovamento, tuttavia, non significa nel modo più assoluto che l’uomo l’abbia usata prima del probabile malore nè che la morte sia stata cagionata dalla sostanza.

Il kambò è usato da migliaia di anni da molte piccole tribù dell’area nord-occidentale dell’Amazzonia (soprattutto nella regione detta Acre), in particolare dalla tribù dei Katukina, che lo usano per aumentare la resistenza alla fatica prima delle battute di caccia, come rimedio per tutte le malattie e come portatore di buona fortuna.

Dal punto di vista scientifico la secrezione prelevata dal sudore dell’anfibio è composto da nove peptidi  bioattivi, i principali dei quali sono la  dermorfina e la deltorfina. Questi ultimi rappresentano il più forte antibiotico ed anestetico naturale che esista. una volta assunto entra immediatamente in circolo nel corpo mediante il sistema linfatico. Gli effetti sono subitanei: nausea, vomito, sonno per mezzoretta e quindi risveglio.

Saranno i sanitari della medicina legale a chiarire ogni cosa.