Stampa Stampa
633

SAN VITO SULLO IONIO (CZ) – Il secolare culto della Madonna del Carmelo


madonna del carmine

Il culto alla Madonna del Carmine a San Vito venne introdotto nel 1765. Da allora, ogni anno, il 16 luglio si celebra la festa in suo onore nel piazzale antistante i ruderi del convento dei Carmelitani

di Francesco Lulissiano

SAN VITO SULLO IONIO (CZ) – 13 LUGLIO 2014 – E’ uno degli eventi religiosi più attesi dell’anno. La festa della Madonna del Carmelo da queste parti è fatto particolarmente sentito. Questione di profonda religiosità. Questione di tracce monumentali a testimoniare la “risalenza” nel tempo della devozione a Maria del Carmine.

A San Vito, infatti, è stato attivo e fiorente un convento dei Carmelitani. Eretto nel 1550, rinomato in tutta la regione anche come centro di studi (università monastica), il cenobio è stato un punto vitale della comunità sanvitese per oltre due secoli. Oggi rimangono solamente i suoi ruderi e le due cappelle, innalzate successivamente, dedicate al culto della Madonna del Carmine.

Una venerazione che affonda le sue radici nel lontano 1765. Da allora ogni anno il 16 luglio nel piazzale adiacente alle vestigia viene celebrata una grande festa in suo onore. Anche quest’anno sarà così. I riti religiosi si mischieranno alle iniziative più “edonistiche”.

Il comitato festa fa sapere che <<in occasione della festa della Madonna del Carmine, nell’area antistante i ruderi del convento, martedì 15 luglio dalle 21, 30 in poi si terrà l’evento gastronomico la sagra dei “Pipi e Patati” accompagnata da musica e balli>>. Giorno 16, invece, sarà il momento della festa esclusivamente religiosa con la messa solenne e la processione per le vie cittadine.

 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.