Stampa Stampa
49

SALVINI A SOVERATO, AUTORE DEL BLAK OUT NON CI STA: «SARÒ A IO DENUNCIARE»


“Aggredito da organizzatori Legae da poliziotto”. La Questura smentisce

 Fonte: “ILMESSAGGERO.IT”

SOVERATO (CZ) –  12 AGOSTO 2019 – Francesco Noto, l’attivista che sabato sera ha provocato il black out al comizio di Salvini a Soverato, denuncia di essere stato aggredito. 

«Sono stato aggredito prima da tre persone dell’organizzazione della Lega che hanno reagito alla mia decisione di interrompere l’energia elettrica durante il comizio di Matteo Salvini – racconta – Mi sono stati sferrati diversi colpi e solo l’intervento provvidenziale di tre giovani carabinieri ha scongiurato il peggio.

Una volta fermato, identificato e perquisito nei pressi del palco, in attesa di essere trasferito in altro luogo, è sopraggiunto un poliziotto della celere che prima mi ha preso il telefono e in risposta alle mie rimostranze mi ha alzato e scaraventato con la schiena sul paraurti posteriore della camionetta a cui ero poggiato, causandomi escoriazioni e contusioni multiple come refertato dal Pronto Soccorso dell’Ospedale di Soverato».

Versione opposta quella fornita dalla Questura di Catanzaro secondo cui quanto sostenuto da Noto «è destituito di ogni fondamento in quanto subito dopo l’intervento dei carabinieri per l’identificazione, Noto è stato condotto presso la locale Compagnia Carabinieri e non risulta essere intervenuto alcun operatore della Polizia di Stato».

Salvini annuncia dal palco: «Hanno danneggiato impianto audio»

 Noto è un attivista sociale del comitato Prendocasa e ieri sera, provocando il black out, ha momentaneamente bloccato il comizio di Salvini.

 «Ieri pomeriggio (sabato scorso, ndr)  mi sono recato a Soverato – racconta ancora Noto – e ho ritenuto opportuno parlare con le persone presenti per capire perché un tale personaggio potesse avere presa su una fetta di popolazione.

 Quando Salvini ha iniziato a parlare della sanità in Calabria, e a Roma legifera sul ‘regionalismo differenziato assieme ai ‘saputellì del M5s, ignari dei danni che apporterà alla vita delle persone, all’arrivo di una famiglia con bambini, il cui padre era di colore, è arrivato l’ordine di allontanare tutte le persone che stavano assiepate alle transenne dietro il palco, lì ho ritenuto opportuno solo interrompere l’energia elettrica premendo il pulsante di emergenza, staccare e lanciare le chiavi, lasciate attaccate in triplice copia, in direzione opposta al palco».

 Noto, che come annunciato dal palco dallo stesso Salvini verrà denunciato, ha detto di essersi rivolto ad un legale per presentare denuncia.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.