- PreSerre e Dintorni - http://www.preserreedintorni.it -

S. ANDREA (CZ) – Corso di spillatura della birra

spillatura [1]

I clienti per una sera dietro al bancone   

Articolo di Gianni ROMANO

SANT’ANDREA APOSTOLO DELLO IONIO (CZ) – 28 GENNAIO 2015 – Bionda o bruna,rossa o ambrata, fermentata o cruda, stiamo parlando della birra, ma questa bevanda alla spina ha bisogno di una adeguata spillatura per fare sì, che la schiuma faccia una sorta di tappo per evitare l’ossidatura della birra ed esaltarne il gusto e il sapore.

Un’iniziativa interessante e singolare, si è svolta la sera del 22 gennaio presso l’Ummagumma pub di Sant’Andrea, sede prescelta dal gruppo Gda Distribuzione Lamezia Terme, per incontrare gli appassionati del mondo birraio.

Un corso di spillatura per appassionati con rilascio di attestato, aperto al pubblico, cioè per non “addetti ai lavori”, diviso in tre momenti: teorico, con varie nozioni e motivazioni su come debba essere spillata  una buona birra e perché, una parte pratica per misurarsi  subito con i concetti acquisiti e un momento di conviviale di degustazione della birra con buffet caldo in cui discutere insieme e scambiarsi impressioni ed esperienze.

Secondo gli organizzatori, Pasquale Raso per Gda Distribuzione e  Ummagumma pub, l’idea è quella di permettere ai clienti di passare dall’altra parte del bancone, anche se solo per una sera, dopo le dovute indicazioni, ed avere un’esperienza reale, diretta, con la mescita della birra e le suoi antichi disciplinari di qualità! Le Scuole Birraie di mezz’Europa si contendono da secoli i consensi degli amanti della bevanda più bevuta al mondo. La scuola Belga con l’unica Accademia per Mastri birrai al mondo, La Tedesca con i suoi antichi brevetti e quella Anglosassone con le spillature a caduta uniche nel genere. Bere una birra sembra un gioco da ragazzi ma, durante il corso, si è scoperto quanto poco sappiamo in realtà, quanti falsi miti da sfatare, e che affascinanti mondi antichi giungono a noi quando beviamo una birra speciale, quante differenti tradizioni….

Un esempio per tutti ? Perché  viene chiamata birra alla spina? Questa semplice ed ingenua domanda è sufficiente a rivelarci quanto poco sappiamo della bionda più amata al mondo. La spillatura è quel processo attraverso il quale si confeziona una birra alla spina. La buona tecnica di spillatura prevede di inclinare il bicchiere sotto il rubinetto e far scendere la birra lentamente e senza interruzioni, fino a quando la schiuma fuoriesce dall’orlo.

A questo punto bisogna livellare con un colpo di spatola, affinché la schiuma mantenga la sua consistenza. Normalmente bisogna evitare che il bicchiere venga a contatto con il rubinetto. Esistono diverse tecniche di spillatura:Secondo la tecnica belga si deve riempire velocemente il bicchiere e “tagliare” la schiuma in eccesso con una spatola, prima di immergere il bicchiere in acqua per pulirne le pareti esterne.

La tecnica inglese prevede di aprire il rubinetto prima di inclinare il bicchiere. In questo modo il bicchiere si riempie senza formare la schiuma. La tecnica tedesca prevede di spillare una piccola quantità di birra e aspettare finché la schiuma non diminuisce; si ripete quindi nuovamente l’operazione. Infine viene dato ancora un colpo vigoroso per servire la birra con un “cappello” di schiuma.