Stampa Stampa
10

ROGO MORTALE A CATANZARO, DIMESSO FIGLIO 16ENNE


Antonello Corosaniti si trova a casa della nonna. È stato anche sentito dai carabinieri in modalità protetta

Fonte: di Teresa  ALOI (LANUOVAVACALABRIA.IT)

CATANZARO –  6 NOVEMBRE 2022 – Antonello Corasoniti è stato dimesso dall’ospedale “Pugliese Ciaccio” .

Il sedicenne coinvolto nel rogo in cui, la notte tra il 21 e il 22 ottobre scorso, ha perso 3 fratelli, ovvero Saverio Corasoniti 22 anni, Aldo Pio 15 anni  e Mattia Carlo 12 anni, ha lasciato il reparto dell’ospedale cittadino e ora è a casa della nonna paterna.

Protetto e circondato dall’amore  e dall’affetto che proveranno a dargli un po’ di serenità dopo la tragedia che lo ha colpito quella notte di fuoco e fiamme che hanno “divorato la sua casa – al quinto piano  di un palazzo popolare in Via Caduti 16 marzo 1978 a Pistoia -, dove il ragazzo ha raggiunto il balcone di casa insieme al padre Vitaliano, in attesa dei soccorsi.

Ed era stato proprio lui a spiegare ai vigili del fuoco del Comando di Catanzaro il posto dove erano i suoi fratelli, ritrovati poi senza vita in una veranda e nel bagno di casa, dove tutti e tre avevano provato a difendersi dal fuoco.

E sempre venerdì scorso ha già risposto alle prime domande degli inquirenti, in modalità protetta, nell’ambito delle indagini che proseguono per accertare le cause dell’incendio.

Venerdì, inoltre, è stato risentito il capo famiglia, Vitaliano Corasoniti (42 anni)  – le sue condizioni sono in via di miglioramento – nella stanza del reparto di Medicina d’urgenza dove è ricoverato da alcuni giorni dopo essere stato dimesso dalla Rianimazione.

L’uomo avrebbe risposto alle domande degli inquirenti ma, ovviamente, sui contenuti della testimonianza vige il massimo riserbo.  

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.