- PreSerre e Dintorni - http://www.preserreedintorni.it -

RISCHIO IDROGEOLOGICO, A S. VITO IONIO TRE PROGETTI DI MESSA IN SICUREZZA DEL TERRITORIO

Importo complessivo di quasi 5 milioni di euro. Giunta comunale chiede finanziamento a Governo

di Franco POLITO

SAN VITO SULLO IONIO (CZ) –  28 GENNAIO 2021 –  Soddisfare due esigenze in una: prendersi cura del proprio territorio e dotare l’amministrazione comunale delle necessarie progettazioni per procedere ai finanziamenti previsti dalla legge.  

Con questa premessa la giunta comunale di San Vito sullo Ionio, guidata dal sindaco Antonio Tino, ha approvato la fattibilità tecnica ed economica di tre progetti.

Il primo: intervento di consolidamento dei versanti “Minà – Foresta”, per l’importo complessivo di 1.721.561,40 euro.

Il secondo: intervento di mitigazione del rischio idrogeologico di località “Pioppi”, per  il quale è previsto un costo complessivo di 1.122.310,61 euro.

Il terzo: intervento di messa in sicurezza di località “Pele” da rischio idrogeologico nei pressi del fosso “Gangemi”: ci vorranno complessivamente 1.843.646,60 euro.

«I lavori – puntualizzano dalla Giunta –  saranno finanziati attraverso la richiesta di un contributo statale per come previsto dalla della Legge 27 dicembre 2019 n. 160».

L’articolo  1, comma 51, della norma è chiaro. Dispone testualmente: “Al fine di favorire gli investimenti, sono assegnati agli enti locali, per spesa di progettazione definitiva ed esecutiva, relativa ad interventi di messa in sicurezza del territorio a rischio idrogeologico, di messa in sicurezza ed efficientamento energetico delle scuole, degli edifici pubblici e del patrimonio comunale, nonché per investimenti di messa in sicurezza di strade”.

Capitolo finanziamenti: ciascun ente locale può inviare fino ad un massimo di tre richieste di contributo per la stessa annualità e la progettazione deve riferirsi, nell’ambito della pianificazione degli enti locali, a un intervento compreso negli strumenti programmatori del medesimo ente locale o in altro strumento di programmazione.

La Giunta, infine, nell’individuare quale Responsabile Unico del Procedimento il geometra Giuseppe Stefano Gullì (Responsabile dell’Area Tecnica) ha dato atto che «l’approvazione dei tre progetti costituisce modifica ed integrazione al Programma Triennale dei Lavori Pubblici, 2020-2022».

Attesa risposta dal Ministero dell’Interno. In caso di ammissione al finanziamento, saranno eseguite le necessarie iscrizioni contabili nel prossimo bilancio di previsione.