- PreSerre e Dintorni - http://www.preserreedintorni.it -

RIPARTENZA SERIE A, SCONTRO INFUOCATO FRA MINISTRO E LEGA

Al di là delle parole, calcio e governo restano divisi sul tempo. Conclusione del campionato legata a uno “spiraglio”

di REDAZIONE 

PRESERRE (CZ) –  Il rapporto fra ministro dello Sport e Lega di serie A è sempre più infuocato. Spadafora non chiude tutte le porte, ma ora la ripartenza è uno “spiraglio”.

Anche l’Associazione Calciatori ha denunciato una condizione a loro giudizio di “discriminati” chiedendo un cambiamento del decreto e la possibilità di allenamenti individuali dal 4 maggio.

Spadafora ha risposto a stretto giro chiamando Damiano Tommasi: “Non c’era altra scelta dopo le indicazioni del Comitato tecnico-scientifico, qualcuno dice falsità”.

Intanto il presidente federale Gravina non molla e promette approfondimenti per l’8 maggio. Si attacca allo “spiraglio” e va avanti.

Ma al di là delle parole, calcio e governo restano divisi sul tempo.

I club di serie A vorrebbero un interlocutore diverso per la rilevanza economica e sociale del calcio in Italia: il presidente del Consiglio Giuseppe Conte.