Stampa Stampa
41

RIMESSO IN LIBERTÀ IL SINDACO DI CORTALE


Le considerazioni del presidente della Commissione Anti ‘Ndrangheta Arturo Bova

di REDAZIONE 

PRESERRE (CZ) – 5 AGOSTO 2018 –   «Una buona notizia».

Lo afferma Arturo Bova, presidente della Commissione Regionale contro la ‘Ndrangheta dopo aver appreso della revoca degli arresti domiciliari a cui era stato sottoposto l’ex sindaco di Cortale Francesco Scalfaro,  sospeso dall’incarico amministrativo  in  seguito al coinvolgimento (con arresto) nell’inchiesta sull’eolico diretta dalla Dda di Reggio Calabria denominata “Via col vento”. 

«Sono sicuro che Franco – aggiunge Bova –  saprà fare chiarezza e dipanare ogni ombra, ove ve ne fossero. Ma mi domando: si può ricorrere alle misure cautelari in modo cosi disinvolto? Ho sempre espresso apprezzamento per l’attività lodevole delle Procure Antimafia, ma bisogna usare la massima prudenza e saggezza nel privare le persone del bene piu prezioso: la libertà personale e la dignita che ad essa è collegata».

«Ammettiamolo – conclude Bova – , si respira un’aria irrespirabile. Così non va bene!».

Lo scorso 21 luglio i carabinieri della compagnia di Girifalco avevano dato esecuzione all’ordinanza applicativa della misura cautelare degli arresti domiciliari nei confronti di Scalfaro emessa dall’ufficio Gip del Tribunale di Lamezia Terme per il reato di concussione. 

Il Tribunale di Riesame ha però annullato l’ordinanza disponendone la scarcerazione. 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.