- PreSerre e Dintorni - http://www.preserreedintorni.it -

RILANCIO DEL TERRITORIO, A VALLEFIORITA ECCO I CIS PER LO SVILUPPO

Consiglio comunale ha approvato progetti per 9 milioni e 500 mila euro

di Salvatore TAVERNITI (Gazzetta del Sud, 18 dic 2021)

VALLEFIORITA (CZ) –  21 DICEMBRE 2021 –  Il consiglio comunale di Vallefiorita ha approvato all’unanimità lo schema di accordo teso alla collaborazione istituzionale per la realizzazione di un intervento di sviluppo del territorio.

Il sindaco Salvatore Megna ha spiegato che il Comune ha proposto la candidatura al Cis Calabria, i cosiddetti contratti istituzionali di sviluppo, in forma coordinata con diversi Comuni del comprensorio, con ben cinque distinte schede progettuali redatti dall’ufficio tecnico comunale.

I progetti esecutivi riguardano lavori di riqualificazione ed efficientamento sostenibile delle vie del centro storico di Vallefiorita nell’ottica di una “smart city”; lavori di ristrutturazione, adeguamento ed efficientamento del campo sportivo comunale; la messa in sicurezza idraulica del centro abitato con realizzazione di una “green road” lungofiume di collegamento tra l’abitato e la zona montana; la valorizzazione delle risorse naturali presenti nell’area montana comunale; e la ristrutturazione dell’edificio dell’ex scuola media da destinare ad ostello della gioventù.

Il finanziamento complessivo per l’esecuzione delle opere si aggira intorno ai 9 milioni e 500 mila euro. Tutti interventi che, se realizzati, apporteranno benefici notevoli all’economia e allo sviluppo della cittadina delle Preserre.

Il primo progetto, in particolare, vede un impegno finanziario di oltre due milioni e 300 mila euro, e mira a far diventare Vallefiorita una “smart city”, cittadina intelligente, economicamente sostenibile, attenta alla qualità della vita e ai bisogni dei propri cittadini e in grado di stare al passo con le innovazioni e con la rivoluzione digitale.

L’accordo deciso dal consiglio viene stipulato con i Comuni di Girifalco, Amaroni, Cortale, Jacurso, Maida, San Pietro a Maida, Borgia, San Floro, Caraffa e Marcellinara, in funzione della contiguità territoriale, dell’omogeneità e della comune identità storica ed ambientale dei territori, ai fine della presentazione delle schede alla Regione Calabria quale soggetto aggregatore delle proposte veicolate dagli enti territoriali e di primo hub di selezione dei Cis.

Sulla pratica si è registrato il voto favorevole del gruppo di opposizione, in quanto, come affermato dal capogruppo Enzo Bruno, «si tratta di strumenti utili alla valorizzazione dei territori».

Vallefiorita, fra l’altro, ha aderito anche al Cis “Comuni del Casale di Squillace”, “First, formazione, innovazione, ricerca, sviluppo e territorio, con i Comuni di Squillace, Amaroni e Palermiti, con lo scopo di attivare sinergie in materia di comunicazione, marketing territoriale e realizzazione di strategie di sviluppo locale per la valorizzazione integrata e sostenibile del patrimonio artigianale, enogastronomico, turistico, culturale ed ambientale dei territori.